venerdì 8 aprile 2011

Notizie del venerdì

Buongiorno a tutti, eccomi qua con alcune notizie che volevo condividere con voi.
La prima (ovviamente) è la nuova uscita della mia rubrica che trovate sul sito di Udine20.it .


L'argomento che ho scelto lo sento molto e mi farebbe piacere ancora una volta e più di sempre leggere la vostra opinione al riguardo.

Passo poi a segnalarvi due iniziative che si stanno svolgendo in questi giorni a Udine.

Presso l'Oratorio della Purità in Piazza del Duomo è in corso, fino a domani, la lettura della Bibbia in lingua Friulana: "Leture continue de Bibie par furlan"


E' la prima volta che il testo biblico viene letto integralmente e senza sosta in una lingua minoritaria.
L'evento è stato reso possibile grazie alla disponibilità di 1127 lettori volontari ed è coordinato dall'ARLEF (Agenzia regionale per la lingua friulana) che organizza il tutto assieme alla Provincia di Udine, all'Arcidiocesi di Udine, con l'adesione delle Provincie di Goriza e Pordenone, delle Arcidiocesi di Gorizia e Pordenone - Concordia e  il patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia e del Comune di Udine.
Se siete interessati a saperne di più trovate tutto sul sito dell'ARLEF www.arlef.it

Altra, a mio avviso, importante manifestazione è il "Festival della Sicurezza tra la gente” che è in corso di svolgimento e andrà avanti fino al 17 aprile.
L’evento vuole diffondere la cultura della sicurezza e, attraverso una serie di attività culturali e dimostrazioni pratiche, sensibilizzare le persone sull’importanza di una corretta prevenzione degli infortuni nei luoghi di lavoro, in ambito domestico, nelle scuole e, più in generale, nelle strade. Trovate maggiori informazioni e il programma completo sul sito del
Comune di Udine.
La cosa che mi ha colpito maggiormente è la mostra fotografica a Casa Cavazzini dal titolo "No! Contro il dramma degli incidenti sul lavoro" a cura dell'ANMIL del Friuli Venezia Giulia


Di questo delicato e sempre (purtroppo) molto attuale argomento si occupa il nuovo blog di Sara, alias Mammachetesta che vi segnalo per la competenza e professionalità delle informazioni fornite in materia:

Buon venerdì a tutti :)

21 commenti:

  1. Il tuo post mi ha fatto ricordare una cosa, e non so come non mi sia venuto in mente prima...c'è un'amica che scrive su un blog (e credo le pubblichi anche) favole per bambini in dialetto friulano, magari interessa sia te che Elena ;)

    http://gnognosaurs.blogspot.com/

    RispondiElimina
  2. Mi piacciono molto i tuoi post,parli di eventi, che io, abitando a Udine, non sapevo esistessero!!
    Grazie cara e buon fine settimana!!

    RispondiElimina
  3. @ Ciao Satoko, siiiììì "I Gnognosaurs" sono troppo divertenti :)) Ho da poco acquistato una raccolta della loro strisce più famose.

    @ Solema buon fine settimana anche a te e grazie!! Mi fai sentire quasi come se fossi una specie di giornalista e la cosa mi piace :) Il blog nasce anche per questo: non solo idee e ricette, ma un punto d'incontro per far conoscere Udine e dintorni in rete...

    RispondiElimina
  4. Davvero? com'è piccolo il mondo ;)

    RispondiElimina
  5. Sì, Satoko. il mondo anche a me sembra sempre più piccolo :)

    RispondiElimina
  6. Ciao Cris! Sai quella manifestazione di cui ti dicevo sulla Terra al Castello di Spilimbergo? Dunque è la nuova edizione della mostra di illustrazioni per l'infanzia sul tema del Sacro e, appunto, ha per tema la Terra. L'hanno spostata dalle strutture parrocchiali a Palazzo Taddea, nel complesso del Castello di Spilimbergo, da poco restaurato. Te lo scrivo qui perchè magari qualcuno dei tuoi lettori è interessato all'evento...Ciao!!!

    RispondiElimina
  7. Quanto agli orchi della rubrica: io sono zia e a volte vorrei lasciare ai miei nipoti un po' di maggiore indipendenza, lo troverei educativo, ma poi non ho il coraggio...e se non tornassero?! é un dilemma difficile da risolvere...

    RispondiElimina
  8. Mi piace molto quest'idea di leggere la Bibbia in friulano, che esperienza suggestiva per voi! E poi tutti quei volontari! Non posso crederci! E' fantastico!
    Un abbraccio Cris e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  9. ciao Cris, vorrei scriverti in privato ma non mi pare di aver visto un modo per contattarti per posta, qui sul blog... se ti va indicami la tua e-mail, vorrei chiederti una cosa :)

    RispondiElimina
  10. @ Fà, grazie della segnalazione.. Se volete dare un'occhiata virtuale al Castello di Spilimbergo, lo trovate qui http://www.comune.spilimbergo.pn.it/index.php?id=202

    @ Buon fine settimana Angelina!! Sì la lettura è davvero un momento di grande suggestione, poi i volontari sono di tutte le età dai bambini agli anziani, è davvero un gigantesco sforzo corale per onorare il testo sacro, ma anche preservare la nostra lingua antica, la nostra tradizione.

    RispondiElimina
  11. E' vero Kisal, qui non ho ancora messo la mail.. E' una cosa che volevo fare.. Comunque,intanto la posto qui, poi le troverò uno spazio ad hoc è:
    mcris.novello@gmail.com

    RispondiElimina
  12. Ciao a tutte! Carissima amica, voglio anch'io complimentarmi con te per come gestisci e hai impostato il tuo blog! Brava!!!
    Ho letto alcuni "pensieri" di "Mammachetesta" e sono morta dal ridere!!!! Sinceramente quella "storia" della signora che legge in barca "con tutta l'attrezzatura" mi ha fatto spanciare dal ridere! Troppo forte! Avrò ancora tempo di leggere le altre bloggers!!!
    Molto bella la lettura in friulano della Bibbia!!! Che bello che ancora si faccia ciò;-) Ma lo sapete che in Sudamerica c'è un paese fondato e pieno di friulani??? L'ho scoperto tempo fa ma non mi ero addentrata fino in fondo in parecchie "storie di vita". Stavolta sì;-). Si chiama "Colonia Caroya". Fu fondata da chi arrivava in Argentina in cerca di fortuna e dato che non c'erano case (ma terra e basta!), la gente è stata ospitata dalle autorità, in una "estancia gesuitica" abbandonata ( e poi rimessa a posto dai friulani!;-). Poi si "sono dati da fare". E quando dico ciò, credeteci perchè a queste persone, a voi, ai vostri nonni, zii e parenti, BISOGNEREBBE FARE UN MONUMENTO!!! E il monumento c'è!!!;-)
    E ci sono le strade chiamate "Udine" e "Friuli" (volevo fare la foto ma poi ho pensato che chi guardava mi avrebbe portato dritto in manicomio..;-))). Ci sono i nipoti di questa gente straordinaria. Gente che ha messo su vigneti, costruito cantine vitivinicole (una delle più belle e dal vino eccezionale si chiama "La Caroyense"). Tutte bellissime per quanto riguarda l'architettura industriale dell'epoca. Ci sono cave piene di salami, prosciutti, verdure sott'olio, ristoranti con i vs. piatti tipici: UNA BONTA'! Ho visto l'enorme chiesa e immaginato quanta fatica avranno fatto nel tirarla su. Tra l'altro, è bellissima! Si celebra ancora la corsa dei maiali (non è tradizione argentina!), quella della vendemmia e altre ancora. Care ragazze, siate orgogliose fino in fondo delle vostre origini, del vostro passato, dei vostri nonni, del dialetto che custodite gelosamente (ancora nella "Colonia" lo parlano!), di quella gente che ha lavorato sodo e che da sola ha creato dal niente non solo un intero paese pieno di alberi giganteschi e case con la veranda fuori e gli alberi da frutto intorno, ma che ancora ricorda con amore quella terra friulana tanto amata e poi "ricreata" così lontano.
    Vi abbraccio forte!
    Vivi

    RispondiElimina
  13. Carissima Cristina,
    sono interessanti tutte le due,
    ma sopratutto Bibbia in friulano...
    Lo sai? Mi piace il suo suono e vorrei impararlo...
    Sara' bellissimo ascortarlo nella chiesa...
    Grazie per le attenzioni costanti verso di noi, la scossa di giovedi' sera e' stata molto grande e siamo rimasti senza fiato...
    Ma comunque li' le cose stanno rimettendosi, piano piano...
    Buona domenica
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  14. Vivi: che bel racconto che ci fai! Quanto al mantenimento della lingua friulana, pare che sia maggiore tra gli emigrati. Qui spesso modernizziamo il friulano mescolandolo con termini italiani di cui modifichiamo un po' la pronuncia, gli emigrati, non subendo questa influenza mantengono termini più antichi.
    Se poi qualcuno fosse interessato alla mostra di illustrazione per l'infanzia di cui vi parlavo prima, qui dovreste trovare indicazioni www.parrocchiaspilimbergo.it

    RispondiElimina
  15. Che forte Vivi! Troppo bello quello che hai raccontato! MA sei una friiulana trapiantata in Argentina?

    RispondiElimina
  16. Finalmente ho scritto il mio post per i premi che ho ricevuto! Passa a dare un'occhiata!

    RispondiElimina
  17. La Bibbia in Friulano..quando la mia mamma mi ha dato la stessa notizia un paio di giorni fa, mi sono sentita orgogliosa di essere friulana (lo sono sempre, ma dopo questa notizia, lo sono un pò di più). Anche noi friulani abbiamo i nostri difetti, ma la testardaggine che ha fatto costruire tantissime cose non solo in Friuli (e post terremoto..) ma anche in paesi lontani (Vivi ci ha parlato dell'Argentina, ma, sebbene in numero forse minore, anche in Australia i friulani hanno dato tantissimo). E ora la Bibbia.

    Sarebbe bello che gli organizzatori (l'Arlef presumo?) avessero registrato l'evento e mandato ai vari Fogolars in giro per il mondo, per condividere l'evento..magari gli scrivo:-p

    RispondiElimina
  18. Care amche "virtuali" e non (conosco Crisss di persona;-)), GRAZIE infinite per le Vs. parole!
    Ebbene sì, come Criss vi ha detto, non sono friulana, ma argentina con doppia cittadinanza da quando avevo l'età del "non mi ricordo";-)))).
    E' vero fà, il dialetto forse si mantiene vivo e "come una volta" all'estero, anche se sono i nipoti dei primi arrivati. Mi piace molto viaggiare e spesso ho sentito assieme a mio marito (italiano) i discorsi fatti da certi italiani che vanno in vacanza all'estero. Abbiamo cambiato posto per non sentire più cavolate! Non amano il loro paese. E lo stesso vale per molti che vivono qua. Non lo so, ma io credo che porto la bandiera italiana all'estero con orgoglio e guai a chi parla male e dice bugie sull'Italia! Quello che davvero non capisco (o forse sì..) è la cattiva immagine che del nostro paese danno molti giornali e TV. Mi ricordo la questione della spazzatura di Napoli: tutti a chiedermi se l'Italia era "quella"!!! E poi un certo film..."ma là in Italia si parla così???". Noooooooo!!!! Si parla come ve lo insegnano alla Dante Alighieri (Istituto di Cultura Italiana famoso nel mondo e che insegna la ns. lingua, Storia e Letteratura Italiana).
    I miei parenti, nonni e bisnonni sono lombardi e piemontesi, argentini "doc" e ho famiglia a Santiago di Compostela. Ho frequentato la prima elementare qua ed è per quello che parlo e scrivo in Italiano dall'età di 7 anni.
    Vorrei, prima di scrivervi la "mia filastrocca", fare anch'io i complimenti ad Elena!!! Me ne intendo un po' di fotografia e devo dire che abbiamo una probabile artista del "click";-))) Questo è merito di una mamma e di una famiglia come quella che ha Elena;-) E anche delle persone che frequenta, oltre ad un'innata curiosità;-)))
    Brava!
    Sì, Near Miss, anche in Australia ci sono moltissimi italiani (e friulani!) e si aiutano moltissimo fra loro. Siete uno dei motori fondamentali nello sviluppo italiano! La ricostruzione dopo il terremoto che vi colpì e come tutti voi vi date da fare ogni gg in ogni campo è incredibile: chapeu!

    Dal libro "Semi" (che custodisco ancora con tanto amore...come i quaderni!), ecco a voi la "mia" filastrocca che ricordo da quando avevo 7 anni:

    Gennaio fiocchetti di neve,
    febbraio gioioso ma breve,
    marzo un po' d'acqua e di sole,
    aprile cestini di viole,
    maggio la rosa fiorisce,
    giugno la scuola finisce,
    luglio ci son nuovi frutti,
    agosto vacanza per tutti,
    settembre bei grappoli d'oro,
    ottobre bambini al lavoro,
    novembre si prega di più..
    dicembre si aspetta Gesù!

    Spero vi sia piaciuta...;-)
    Un abbraccio di cuore a tutte!!!
    Vivi
    Psst: Criss...guarderò i siti che mi hai segnalato sulla visita Del Presidente della Regione a Colonia Caroya! Grazie ancora!

    RispondiElimina
  19. Cosa ho scritto? Ehmmm...era "amiche" e "chapeau"...mio marito ogni tanto mi chiama e io interrompo la scrittura...ma è tutto nella norma...altrimenti che matrimonio sarebbe??;-))) Mi mancano solo i bambini...è il mio più grande desiderio;-)))

    RispondiElimina
  20. Vivi grazie, la filastrocca è bellissima e me la sono annotata per non perderla più, perchè io sono ancora una di quelle "carta e penna" :)

    RispondiElimina
  21. Ciao Criss! Ti è piaciuta? Assieme a certe poesie "da grandi", questa è l'unica che mi ricordo della mia infanzia...;-))))
    Sì, anch'io adoro "carta e penna". Porto sempre con me tre Moleskine: una è l'agenda, l'altra la rubrica e infine uno per "i non si sa mai";-)))) Ho la borsa strapiena sempre............
    Ho paura che quel "copia-incolla" mi faccia sparire tutto.....(che lagna che sono!). Però mi ricordo che sei stata tu a spiegarmi per benino ("vis à vis") come si faceva...;-).
    Un bacione amica!!!!
    Vivi

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...