domenica 13 febbraio 2011

Con un cesto di broccoli. Parte seconda.

Dunque ora vi racconto come ho utilizzato il resto del mio cesto di broccoli...

Torta ai broccoli

Ingredienti:
un broccolo lesso;
una confezione di pasta sfoglia pronta
4 uova
100 g di pancetta a cubetti
parmigiano
aglio, olio, sale, pepe e noce moscata

In una padella scaldate l'olio con lo spicchio d'aglio, aggiungete la pancetta e il broccolo tritato e fate saltare per alcuni minuti a fuoco vivace.



Eliminate l'aglio e lasciate raffreddare.
Sbattete le uova in una ciotola, aggiungete il parmigiano grattugiato (circa tre cucchiai colmi) e il composto di broccoli e pancetta, regolate di sale e pepe e completate con una grattata di noce moscata.
Foderate uno stampo con la pasta sfoglia, farcitela e grattugiate sopra ancora un po' di parmigiano. 



Ponetela in forno già caldo a 200° per circa 25 - 30 minuti e servite tiepida...



E' ottima anche per uno spuntino del giorno dopo :)
Buona fine domenica a tutti!

Foto: Cristina

12 commenti:

  1. Gnam gnam! Adoro le torte salate!

    RispondiElimina
  2. Sì Fà anch'io :9 Adesso vado nel lettone con Elena a guardarmi un paio di episodi di Gilmore Girls..Buonanotte a tutti e a domani, che è lunedì..sobbissimo!

    RispondiElimina
  3. Sul mio terrazzo è spuntata la prima, timida violetta! Proprio un bel regalo di S. Valentino :)

    RispondiElimina
  4. Ho letto ora, in coda ai commenti del post precedente, che a Pamela non piacciono i broccoli..Tranquilla carissima, ho in serbo una buonissima ricetta dolce, ma devo avere il tempo di farla per poterla fotografare :) Spero di riuscirci nei prossimi giorni, anche perchè il fine settimana sarò (incredibilmente) fuori casa..ma non aggiungo di più che non succeda qualche impedimento :)

    RispondiElimina
  5. eccomi qui...
    anche a me piacciono i broccoli e vorrei provare queste ricette... della torta o delle orrechiette!

    invece ieri ho provato a preparare la polenta bianca che mia amica di udine mi ha mandato... ma per me era un po' difficile (non capivo quando l'avrei tolta dal fuoco ed non era presentabile, ma comunque mio marito l'ha mangiato tanto...con la carne cotta...

    poi la chiesa e' bella...
    avete mangiato le mele a san biagio...?

    RispondiElimina
  6. Benvenuta anche a Titti che ci scrive dal lontano Giappone e ama l'Italia!! Prometto che ti dedicherò un post sulla polenta, che con la carne è buonissima :)
    A S. Biagio abbiamo mangiato i biscotti, ma so che c'è anche la tradizione delle mele o della frutta benedetta, proprio come ha detto anche Fà nel suo commento. Fammi sapere se la farina che hai ricevuto è già precotta (nel qual caso la cottura è di circa 10 minuti) oppure se è farina normale. Nel qual caso ci vuole quasi un'ora. Il segreto di una buona polenta è mescolarla continuamente (ecco perchè le nostre nonne avevano braccia toniche senza problemi).. Io uso un girapolenta elettrico quando utilizzo la farina non precotta. Un saluto da Udine e continuerò sicuramente a seguire il tuo blog per scoprire le meraviglie del tuo Paese. Grazie di essere passata.

    RispondiElimina
  7. Ok, doveva piovere perchè le polveri sottili erano troppo alte, ma ora potrebbe anche smettere :))
    Com'è il tempo dalle vostre parti? Che fate di bello cari lettori? Se ci siete battete un colpo!

    RispondiElimina
  8. La mia mamma fa la polenta in una versione antiaderente del paiolo. Il risultato è che si forma uno stampo in crosta di polenta del paiolo, in cui è possibile versare lo spezzatino cucinato a parte e portarlo in tavola facendo un figurone. La crosta è buonissima e lo diventa ancor di più con il sugo dello spezzatino!!!!!

    RispondiElimina
  9. Che idea Fà!!! Davvero geniale.. Il mio paiolo è di rame, per cui la crosta si forma, ma non è facile da staccare..

    RispondiElimina
  10. Ciao Cris, grazie per il tuo sostegno e la tua presenza costante sul mio blog! Come state?

    RispondiElimina
  11. Grazie anche a te per essere qui :) Stiamo abbastanza bene grazie, anche se io oggi avevo un po'di mal di testa. Elena ha ripreso la scuola ieri e sembra aver superato l'influenza. Voi, come va il raffreddore, passato? Il tuo blog mi piace. Mi piace l'idea di scambiare punti di vista con persone diverse e che stanno in luoghi diversi. Mi arrichisce dentro ed è questo che rende l'esperienza da blogger davvero unica!

    RispondiElimina
  12. Hai ragione, la possibilità di scambiare le proprie esperienze e le proprie idee è uno dei miracoli di internet! E' per questo che non potrei più farne a meno...
    Anche a me piace il tuo blog, ma soprattutto mi piaci tu ed il tuo delicato modo di porti!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...