giovedì 27 febbraio 2014

Caro Presidente del Consiglio...

Caro Presidente del Consiglio,

sono la mamma di una Bimba-quasi ragazzina che a settembre inizierà la scuola media, quella che oggi si chiama scuola secondaria di primo grado.
Lo ammetto, visto che il termine per le iscrizioni è domani, mettersi al computer ieri sera per effettuare l'iscrizione on-line è stato un azzardo, data la prossimità della scadenza e dato che siamo in questo bel Paese dove semplificazione pare faccia spesso rima con confusione.
Sono solo una mamma e non un tecnico informatico, caro Presidente, e lavoro (per fortuna, visti i tempi e lungi da me lamentarmi) tutto il giorno.
E le mie giornate volano, come penso le sue, visto il bell'impegno che si è preso sulle spalle.
E poi in questa famiglia, oltre a me e Bimba c'è pure un papà, impegnatissimo pure lui, che ci teneva tanto a fare questa cosa dell'iscrizione assieme.
E quindi eccoci, tutti e tre davanti al computer documenti alla mano, subito dopo cena.
Leggiamo le istruzioni da bravi e iniziamo la procedura.
E' richiesto il codice meccanografico della scuola e ce l'abbiamo, ma scopriamo che serve anche quello della scuola di provenienza.
E'tardi ovviamente per chiamare la scuola, ergo utilizziamo il portale indicato per la ricerca e il sistema si blocca.
Riavviamo tutto e cominciamo nuovamente.
Inseriamo dati e codici, diamo invio e niente.
Quel riprova più tardi, fa tanto ritenta sarai più fortunato del concorso nel pacchetto di patatine.
E invece noi siamo alle prese con una cosa molto importante, non crede anche Lei?
Sono solo le 9 di sera, sicuramente altre famiglie hanno avuto la stessa idea, bisogna portar pazienza, riproveremo più tardi, ci diciamo.
Ore 22.00 secondo tentativo, nulla di fatto.
Ore 23.00 ormai la Bimba-quasi ragazzina è andata a dormire e mamma e papà ci riprovano da soli.
Niente.
Rischio piccolo screzio, mamma dice a papà: "Vedi che siamo arrivati troppo vicino al termine e non funziona!!!"
E si va a letto non troppo contenti.
E io rimugino, lui non so, ma io rimugino fino a che la stanchezza ha il sopravvento.
Mattina di oggi ore 7.00 tra colazione da preparare e una Bimba-quasi ragazzina che si veste da principessa per la festa di giovedì grasso a scuola, accendo di nuovo il computer e tento ancora.
Niente.
Nessuna domanda presentata.
Ore 7.30 illuminazione divina, ignoro la scritta nel portale che dice che si possono utilizzare per l'iscrizione tutti i più comuni browser basta che siano aggiornati e invece di aprire chrome vado su explorer.
Bevo un sorso di caffè.
Mi rimbocco le maniche.
Ridigito tutto.
E finalmente va.
La mail di conferma arriva e tiro (sono sola perchè marito è già al lavoro) un sospiro di sollievo, che le garantisco, penso sia stato pari al Suo, quando ha avuto la conferma della fiducia da entrambi i rami del Parlamento
Ho calcolato che, sommando i vari tentativi, il tempo impiegato è stato di oltre un'ora.
Bimba-quasi ragazzina frequenta attualmente una scuola paritaria che non aveva aderito al sistema delle iscrizioni on-line. Dal primo anno fino all'ultimo per l'iscrizione ci veniva consegnato un modulo da compilare (tempo cinque minuti, massimo dieci) che poi doveva essere restituito in segreteria entro il termine (veniva dato in genere un mese di tempo). Il tempo di consegna era quello di un " buongiorno-bel tempo oggi- arrivederci" con la segretaria.
E vissero tutti felici contenti e iscritti al nuovo anno scolastico.
La mia, si badi, non è una critica ad un sistema che potrebbe funzionare, ma solo una nota di un'esperienza vissuta, perchè tutto si può migliorare.
Se Lei non fosse un giovane papà, ma uno dei soliti presidenti del consiglio italiani avanti con l'età, non avrei scritto questo post.
Ma mi è venuto così, perchè se per caso dovesse leggerlo, ecco io verificherei un attimo se questo sistema sia realmente efficiente.
Certo gli alberi del mondo ringraziano per il risparmio di carta, anche se..
Per l'iscrizione cartacea era sufficiente 1 foglio.
E la prima cosa che ho fatto questa mattina dopo l'arrivo della mail di ricevuta contenente il codice progressivo è stata una stampa della stessa per sicurezza, quindi ho utilizzato 1 foglio.
Poi la telefonata a marito per dirgli che era fatta.
L'unica ancora ignara è la Bimba-quasi ragazzina che stamattina mi ha lasciato con l'aria preoccupata e un "Ma riuscirete ad iscrivermi vero?".
Speriamo che crostoli, mascherine e stelle filanti le abbiano fatto dimenticare questo dubbio, quello che cioè nel suo paese semplificazione continui a far rima con confusione.
Che ne pensa Presidente?
Chissà se sia cosa che meriti un po'di attenzione.
E mi scuso in anticipo se sono stata inopportuna, ma sono solo una mamma italiana alle prese con la quotidianità italiana.

Buona giornata e buon lavoro
Maria Cristina mamma di Elena



E a voi care lettrici e cari lettori, come è andata con le iscrizioni on-line?

Immagine liberamente tratta dalla rete.

11 commenti:

  1. Hihihi, per fortuna sono ancora alla scuola d'infanzia con le care vecchie iscrizioni cartacee!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meno male :) Nel frattempo chissà che le cose non migliorino!

      Elimina
  2. anche per me è ancora presto, ma visto la tua esperienza, effettuerò l'iscrizione con largo anticipo ˆ_ˆ

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' anche per questo che ho deciso di condividerla Stefania :)

      Elimina
  3. Vi riporto l'esperienza di una mamma che mi ha scritto il commento via e-mail:
    "Concordo e condivido pienamente la tua esperienza in quanto essendo anch'io la mamma di una bambina quasi ragazzina per giunta in classe con la tua, ho attraversato proprio ieri momenti di terrore misti a panico, quando la segreteria della futura scuola della mia bambina quasi ragazzina, mi ha contattato dicendo che non risultava ancora inoltrata la domanda, regolarmente accolta in data 04 febbraio. Dopo aver dedicato un'ora del mio tempo lavorativo, non so come sia riuscita a inoltrarla. Ricevendo addirittura i complimenti della segretaria che dopo aver emesso un urlo di gioia mi ha chiesto come ci sia riuscita !!!!"
    Laura e Sofia

    RispondiElimina
  4. A dire il vero a me bene... ho fatto quella del Nin l'anno scorso in prima elementare senza problemi, quest'anno per per il liceo del PG ho avuto un dubbio, e ho interrotto per chiedere consiglio a mamme che l'avevano già fatta, ma il sistema ha sempre funzionato bene....

    RispondiElimina
  5. Ufffffiiiii....
    Il primo è andato liscio, non mi pareva vero!
    Ma con la seconda tutto è andato storto, si bloccava, "riprovi più tardi" e compagnia bella... Però fatto, che è quello che conta. Quattro giorni prima di te, mica due mesi fa ^_^
    In ogni caso... anche io ho fatto la stessa riflessione sul foglio di carta... hahaha!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dicevo non è un sistema da scartare in toto, anzi! Però va migliorato e aggiornato anche, come tutte le cose digitali, non si può lasciarlo fermo alla prima impostazione e immaginare che funzioni tranquillo nei secoli dei secoli :)

      Elimina
  6. Io l' ho iscritta il primo anno di inaugurazione di questo sistema e non ho avuto difficoltà. È filato tutto liscio .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il tuo contributo Iorma e meno male :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...