venerdì 15 novembre 2013

Staffetta di Blog in Blog: se fossi un uomo...

Se fossi un uomo...
Oh sì l'ho pensato tante volte!
Più o meno una volta al mese da quando ho il ciclo.
Tutte le volte che entro in un bagno, che non sia il mio, di quelli che "rischi il tifo al primo sguardo".
Quella volta che il capo di stagione mi disse: "Si vede che hai la passione per la politica e una brillante capacità di analisi, peccato tu sia una donna".
E ancora, quando ero ormai una mamma-lavoratrice e prendevo parte alle varie riunioni, no non come esponente politica - sia mai - ma come segretaria verbalizzante ed ero l'unica a cui veniva rivolta da più parti l'angosciosa domanda: "Dove hai lasciato tua figlia??" ... Come se tra i presenti non ci fossero dei papà... Ma loro pare abbiano l'esenzione dal senso di colpa indotto dalla demenzialità altrui.
E potrei continuare, perchè la lista è costellata di episodi come un cielo estivo, di quelli che le stelle non riesci davvero a contarle.
Ora, vi starete chiedendo perchè, frustrata da cotanti esempi a favore del cosiddetto "sesso forte" io non abbia ancora prenotato un volo diretto per Casablanca e stia qui a raccontarvela attraverso la Staffetta di Blog in Blog...



No.
Casablanca per me è e resterà il titolo di un film, perchè dichiaro solennemente qui, da queste modeste colonne di scrittura, che mai e poi mai vorrei esser uomo!
Se fossi un uomo dovrei rinunciare all'essere così arzigogolata , così complicata.
Loro sono lineari, a volte un pochino ottusi, si vantano di essere pratici, ma credo che il modo d'essere di una donna contenga un senso pratico di fondo, altrimenti non si riuscirebbe a convivere serenamente con il nostro essere contraddittorie all'infinito e oltre.
L'intuito femminile non l'ho mai ritenuto una leggenda.
Il nostro modo di affrontare le sfide del quotidiano fa sì che non solo ci si metta costantemente in discussione, ma si riesca a farlo,spesso, non solo per noi stesse, ma anche per gli altri.
Sono figlia, sorella, moglie, mamma.
Tante vite in una vita, che corre....
Ma a volte mi prendo il mio tempo, mi fermo a pensare, a riflettere su ciò che sono, su ciò che vorrei essere, come ora.
Se fossi un uomo non avrei mai scritto questo post e avrei perso la grande occasione di leggere come la pensano gli altri partecipanti alla staffetta elencati qua sotto.
Ah.....
Sospiro di sollievo profondo.
Buona lettura, un caffè e appuntamento con la prossima staffetta il 15 dicembre!
(Nota di spiegazione: questo post è stato scritto come un fiume in piena durante il viaggio in treno di stamattina, in cui..ehmm.. pioveva dentro...ehm.. a parziale giustificazione di questo lungo rotolare di pensieri annacquati...)

1. Alessia scrap & craft - http://www.4blog.info/school
3. Federica Rossi - http://www.mammamogliedonna.it/
7. Io mi piaccio - http://iomipiaccio.blogspot.it/
8 Marta ufo's mom - http://www.ufomom.com
9. Francesca Lancisi - http://francescalancisi.blogspot.it/
10. Samanta Giambarresi - http://samantagiambarresi.wordpress.com/
12 Bodò. Mamme con il jolly http://www.bbodo.it/tag/di-blog-in-blog/
15. Ilde Garritano - lemozionedellecose.wordpress.com
17.Simona-traboccante d'azzurro http://disoleediazzurro.wordpress.com/
27. Francesca Menghi - http://www.ilcaffedellemamme.it
28. Norma - Voglio il mondo a colori : http://voglioilmondoacolori.blogspot.it
32.Sara -http://www.nuvolositavariabile.com/

Se volete unirvi alla staffetta iscrivetevi al gruppo su FB qui: https://www.facebook.com/groups/staffettaBLOG/

23 commenti:

  1. beh ineffetti...essere donne è una figata...ma se mi chiedessero di rinascere a questo giro direi Uomo superdotato e Miliardario:)

    RispondiElimina
  2. Mmm...dici Marzia?... Forse...non so...Però...chissà ;)

    RispondiElimina
  3. Se fossi un uomo dovrei rinunciare all'essere così arzigogolata , così complicata.

    Concordo! L'immaginazione, la capacità di riflettere e sognare anche su cose impossibili, il modo di sacrificarsi in più campi sono una qualità sopratutto femminile. Hai ragione gli uomini sono più lineari, secondo me hanno meno pathos, e il pathos porta la donna ad essere più complicata ma più energetica in diversi settori :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero Valentina, è proprio così...

      Elimina
  4. Credo che un uomo vero non direbbe mai "peccato che tu sia una donna", si presuppone che un genere sia attratto dall'altro e lo ami. Almeno, gli esemplari intelligenti ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho avuto un rapporto complesso con il tipo citato. Lo considero una persona dotata di grande intelletto, quella frase mi spiazzò, a parziale giustificazione la relazionai con il suo vissuto, resta il fatto che, almeno dalle mie questo è ancora da ritenersi..sigh.. un gran complimento...

      Elimina
  5. l'intuito femminile è un vero e proprio sesto senso ;)
    nemmeno io potrei mai rinunciarci...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' quel certo non so che che ci fa trovare soluzioni diverse, che ci fa risolvere i problemi, spesso in maniera del tutto nuova...

      Elimina
  6. Anche a me piacere essere arzigogolata!

    RispondiElimina
  7. Sì, siamo arzigogolate nella nostra complessità, ma è quello che ci dà una marcia in più, ci fa fare più cose contemporaneamente e ci regala immaginazione e fantasia.
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogni tanto ci fa anche soffrire di più, ma anche riprendere nonostante tutto!

      Elimina
  8. Brava! "Se fossi un uomo non avrei mai scritto questo post e avrei perso la grande occasione di leggere come la pensano gli altri partecipanti alla staffetta elencati qua sotto." BEN DETTO!!!

    RispondiElimina
  9. "Ma loro pare abbiano l'esenzione dal senso di colpa indotto dalla demenzialità altrui"
    ADORO questa frase!

    RispondiElimina
  10. Non lo sopporto neanche io il "dove hai lasciato tua figlia?"
    Se non è con me, sicuramente non è sola a casa, e neanche l'ho dimenticata per strada...

    RispondiElimina
  11. Bello, curioso, dettagliato e simpatico modo per dire : felice di essere donna, grazie! ^_^

    RispondiElimina
  12. Sono anche io felice di essere donna!

    RispondiElimina
  13. A me non dispiace essere donna, anche se a volte mi scambierei volentieri.

    RispondiElimina
  14. Bel post! Il fatto di essere "dolcemente complicate", come dice la canzone, a volte è una benedizione...altre volte proprio no! Comunque hai ragionissima: un uomo un post così non lo avrebbe scritto (almeno non così lungo). Siamo state troppo cattivelle?!

    RispondiElimina
  15. Ciao :) Sono d'accordo! Soprattutto riguardo la faccenda del senso pratico: e'indubbio che gli uomini si perdano spesso nelle faccende organizzative...ma guai farglielo notare!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...