mercoledì 28 novembre 2012

Teachable Moments: un po' di storia uscita dalla soffitta

La soffitta è un po'il regno dell'ignoto.
E' un luogo dove, anche se cerchi di far entrare l'Ordine, bè lui latita, preferisce altri luoghi della casa (o forse..ehm.. nessuno).
Quando ti immergi fra le scatole, la polvere e qualche ragnatela è come iniziare un viaggio nel tempo, senza una destinazione precisa.
Sali con un'idea in testa, con quella di cercare quella cosa e poi scendi con altro e non ti importa di non aver trovato ciò che cercavi, perchè ciò che hai trovato ha già sovvertito l'ordine delle priorità nei tuoi pensieri.
E così che ho trovato le due date da ricordare per questo mese di novembre, per partecipare all'iniziativa di Tiziana sui Teachable Moments


Il 22 novembre 1963 a Dallas veniva assassinato John Fitzgerald Kennedy.


Erano le 12.30 quando i proiettili sparati (così la versione ufficiale dice) dall'operaio e attivista Lee Harvey Oswald frantumarono l'esistenza del trentacinquesimo Presidente degli Stati Uniti d'America e precipitarono una nazione nello sgomento.
 

Il Presidente giovane e affascinate,


il Presidente della Nuova Frontiera


si era spento, come una stella cadente che prima s'incendia, illuminando tutto, e poi si spegne.
Nel buio.
Il prossimo anno cadrà il 50° anniversario di questo evento e, sono certa, se ne parlerà parecchio nel bene e nel male. Io ne scrivo ora, perchè mi piacciono i pensieri meditati nel silenzio, più di quelli riversati nel chiasso.
Sfogliando i giornali dell'epoca, seduta nella mia soffitta, ho ripassato immagini e momenti già visti tante volte. Eppure, foto meno ritoccate di quelle moderne mostrano un uomo vero, non un mito, alle prese con una delle più grandi nazioni del pianeta, in un momento davvero difficile della storia.
Forse uno dei più difficili e complessi.


Ci sono state tante ombre sulla sua presidenza e sulla sua vita, eppure penso che se oggi gli USA hanno riconfermato un Presidente afro-americano alla loro guida, molto lo si debba anche a lui.
Il sogno americano è un concetto contraddittorio, eppure esiste e si rinnova.
Sogno e rinnovamento.
Mi sono chiesta se un domani mia figlia potrà sedere anche lei in soffitta a leggere vecchi giornali che parlino invece del Sogno italiano.
Di un'Italia che si era smarrita, ma che ha saputo trovare la via di rinnovarsi e tornare a crescere...

Altra vecchia pubblicazione, stessa data: il 22 novembre 1943 il Libano diventa indipendente.

 
 
Perchè mi sono soffermata proprio sul Libano? Perchè è lo stato in cui vive e da cui scrive la mia amica blogger Angela ed è lo stato d'origine di Ghada, un'altra amica, che attualmente vive in Friuli.
Questo piccolo stato di circa 10.400 kmq è un compendio di etnie e religioni


a diretto contatto con la polveriera mediorientale, confina infatti con la Siria e con Israele.


Non è stato immune da guerre e conflitti eppure c'è in quella terra una costante voglia di rinascita, di ricerca del buon vivere che sento affine,


forse perchè vivo io stessa in una terra di confine dove etnie, lingue e religioni si sono da sempre mescolate come in un crogiuolo di anime e sangue e hanno saputo rialzarsi di fronte alle varie difficoltà. Piccole terre che dovrebbero essere forse un po'da esempio, anche se non immuni da difetti e imperfezioni, ma ahimè, come dico sempre, la perfezione è della divinità e se fossimo perfetti saremmo probabilmente molto molto noiosi e non avremmo errori da cui imparare e migliorare.
Su "Le Vie del Mondo" del gennaio 1957 si raccontava la commistione tra Oriente e Occidente presente nel Paese. Della Beirut dei piccoli negozi dove si vendevano dolci fatti di sottili sfoglie non lievitate, imbottite con miele e noci tritate e di quella della modernità edilizia e dell'intensa motorizzazione, accanto al nucleo antico della città, dove le testimonianze del passato si perdono nel mito. Pensate che ad un certo punto il giornalista scrive persino che a differenza di altre capitali dell'Oriente a Beirut era possibile "avere la grata sorpresa di gustare schietto prosciutto di S. Daniele"... Non poteva non attirare la mia attenzione :)
Questo post partecipa all'ultimissimo momento all'iniziativa di Tiziana..
E lo dedico di cuore ad Angela e Ghada!
La testa pensa, elabora, ma il tempo tiranno mette sempre antipatici paletti ad ostacolo della creatività :)

Foto: Elena 

19 commenti:

  1. Un post prezioso e interessante! Belle le immagini dei giornali d'epoca... spero che con queste risorse potrai partecipare ancora, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spero anch'io Tiziana, la tua è davvero un'iniziativa che mi piace un sacco!

      Elimina
  2. Grazie Cristina!!! Che bellissimo regalo mi hai fatto stamattina! Il pensiero di un'amica sincera e dolce come te è qualcosa di raro e prezioso. Ti abbraccio forte e ti auguro una magnifica giornata :)
    P.s. il post che hai scritto è bellissimo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Angela, sono proprio felice ti sia piaciuto. Auguro una buonissima giornata anche a te :)

      Elimina
  3. Benvenuta Alessia mia 128esima follower!

    RispondiElimina
  4. Grazie Cristina per questo posto molto interessante... e tanti auguri del compleanno di Elena, anche se in grande ritardo...
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non sei in ritardo Titti!! Il compleanno di Elena è il 21 dicembre :)

      Elimina
  5. Bellissimo post complimenti é stato un piacere leggerlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie!! Un buon inizio settimana Debora :)

      Elimina
  6. Quant'è vero! Nella soffitta si trova sempre di tutto, oggetti dimenticati e oggetti ormai dati per persi, il caos in ogni dove! Bel post Cristina!
    ps. sono contenta che il rÖsti ti sia piaciuto. Per la Pavlova ti assicuro che l'unica difficoltà, una volta data la forma, è capire bene la temperatura del forno. Troppo alto rischia di "crepare" la superfiie e scurirla. Fammi sapere se la provi!
    Un abbraccio e buon fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo questo sospetto Marifra.. Ultimamente il mio forno non mi convince molto, questo mi frena nel sperimentare, ma son troppo curiosa, per cui credo che appena avrò i cinque minuti dello sperimentatore sperimenterò! E naturalmente ti farò sapere ;) Riconfermo anche qui i rosti erano buonissimi!!! Buon inizio settimana anche a te :)

      Elimina
  7. Ciao, arrivo al Tuo blog ico di contenuti, grazie all'iniziativa di Kreattiva...blog visto e piaciuto: nuova follower!...Se Ti va passa a farmi visita in http://lepassionidiantonellablogspot.it

    A presto
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Antonella, benvenuta! Ora passo a ricambiare la visita :)

      Elimina
  8. Con la stupenda iniziativa di Kreattiva sto conoscendo dei blog bellissimi, interessanti, ricchi di idee e spunti...sono felicissima di aver trovato il tuo, da oggi ti seguirò con piacere.
    A presto
    Maestra Valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!! Sono davvero contenta che il mio blog ti piaccia :)

      Elimina
  9. Ciao! Ho il piacere di conoscere il tuo blog grazie all'iniziativa di kreattiva, mi unisco ai tuoi follower! ti aspetto da me se ti va :-)
    http://nailartbyrachele.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Rachele e grazie, ora che ho un attimo passo volentieri a trovarti :)

      Elimina
  10. Ti ho conosciuta grazie all'iniziativa Kreattiva e ora ti seguo!Se ti va passa da me,ne sarei felicissima!
    http://crisgabrisa.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io sono felicissima di avere una nuova follower, passo con piacere a ricambiare la visita :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...