lunedì 5 marzo 2012

Mamma la scuola!

Ecco a voi, cari lettori, un'altra novità di primavera che spero vi piaccia e desti interesse.

Se la gravidanza e i primi anni di vita del bambino sono un argomento gettonatissimo in rete, tema portante di tanti blog, forum e siti, molti dei quali ho imparato a conoscere durante questa mia nuova esperienza da blogger, ritengo altrettanto importante e degno di animare confronti e dibattiti costruttivi il tema della scuola.  

Dalla scuola dell’infanzia, alla scuola primaria, alla scuola secondaria di primo grado, in Italia (ma anche all’estero), ci sono una serie di passaggi di crescita davvero notevoli per i nostri figli, che spesso possono generare smarrimento nei genitori, proprio come accade nei primi anni di vita cui accennavo sopra.
Da qui l’idea di creare  il gruppo a tema su Facebook "Mamma la scuola!" per confrontare le esperienze di genitori con i figli a scuola e magari essere anche di supporto a coloro che devono iniziare il percorso scolastico.
 
Premetto che non sono un’esperta sul tema, solo la mamma di una bambina di classe terza della scuola primaria con tanti dubbi e poche certezze, desiderosa di dialogare non solo con altre mamme (e naturalmente anche papà), ma anche con insegnanti dei vari livelli su questo tema delicato e importante, facendone emergere liberamente le molteplici sfaccettature, i valori e le criticità e con tutti coloro che vorranno liberamente commentare.
 
Se sei interessato/a puoi iscriverti qui
 
Vi aspetto numerosi e motivati!
 
 
Foto: Cristina

10 commenti:

  1. Mio figlio a settembre comincerà la prima elementare e io sono già in ansia ora...grazie per avermi invitata nel gruppo, lo seguirò con molto interesse...un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Mammola e spero possa esserti di aiuto. Il gruppo nasce proprio con questa finalità. Io presto dovrò iniziare a pensare alla scuola media e anch'io sento al riguardo un'ansia crescente :)

      Elimina
  2. Ma ti rendi conto da quanto tempo non passo da qua??? Io non ce la posso fare, a stare dietro a tutto. però vedo con piacere che hai cambiato vestito al blog e che hai aperto un gruppo su fb,del quale sono felice di fare parte. Anche se non commento spesso sappi che passo cmq, visto che mi piaci tantissimo. Bacini.

    RispondiElimina
  3. Cristina, spero di avere un po' più di tempo, nei prossimi giorni, per poter partecipare più attivamente al nuovo e interessante gruppo che hai creato. Intanto ti dico che sei stata bravissima e che il nuovo vestito del blog mi piace tantissimo :)

    RispondiElimina
  4. Adry, Angela, mi fa un mondo di piacere leggervi!! E non vi dovete scusare, perchè vi capisco benissimo. Anch'io vorrei avere più tempo, ma ora che lavoro tutto il giorno, è sempre tutta una corsa ad ostacoli. Le piccole pause che mi prendo in questo spazio sono rigeneranti e per quanto riguarda il gruppo..ne sentivo l'esigenza e l'ho creato, sperando di far cosa buona non solo per me.. Mi sembra ci siano già degli spunti interessanti, per cui non posso che esserene entusiasta. Vi abbraccio auguro a voi e a tutte le altre lettrici (ma anche ai lettori) una buona giornata :)

    RispondiElimina
  5. Uh..dimenticavo..un benvenuto ai componenti della redazione del blog turista di mestiere, miei 86esimi followers! Grazie!

    RispondiElimina
  6. Bello!!!
    Da mamma e da insegnante - quando capita - in ogni ordine e grado (ma non per meriti se non quello di avere insieme a una laurea un diploma magistrale), ebbene-sì non posso che seguirti...
    P.S. in realtà anche per la simpatia che mi ispiri ;)

    RispondiElimina
  7. Come ti capisco, io ho una bimba in terza elementare e un'altra in 1° media. Quanti dubbi e perplessità. Comunque, più maturo da mamma l'esperienza della scuola, più penso che il ruolo delle maestre è così delicato che richiederebbe selezioni e preparazione assai rigide, mentre da noi in Italia quasi si sottovaluta.
    Scusa se invado lo spazio del blog con queste considerazioni, ma non avendo il profilo facebook ( lo so che è grave) non riesco a seguirvi.
    A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, anzi, Valeria non la considero un'invasione, ma una condivisione preziosa. Penso anch'io che la maestra o le maestre giochino un ruolo fondamentale che richiede un costante mettersi in discussione..non è un mestiere facile e hai ragione quando dici che in Italia viene sottovalutato e, molto spesso, purtroppo sottostimato.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...