martedì 30 novembre 2010

Santa Caterina. E la festa si avvicina...

Si è conclusa domenica la tradizionale Fiera di Santa Caterina che ha animato Piazza Primo Maggio dal 25 novembre (giorno in cui si festeggia la Santa) a domenica appunto.



La Fiera è una tradizione antichissima della città di Udine. Pare infatti sia nata nel lontano 1380 per volontà dell’allora Patriarca Marquardo di Randeck ed è dedicata, non alla più nota Caterina da Siena, ma a Caterina di Alessandria d'Egitto, patrona dei filosofi, dei mugnai, degli studenti, ma anche delle apprendiste sarte.
Note storiche a parte, per me questa fiera rappresenta, fin dall'infanzia, l’inizio del periodo natalizio.
Passeggiare tra le bancarelle, ancora oggi, mi porta nella dimensione della festa. Nonostante il freddo, nonostante la pioggia e, quest’anno, anche la neve, un giro è rigorosamente d’obbligo.



Seguitemi dunque tra i suoi colori,




tra i suoi profumi,




tra i suoi sapori,



tra le dolcezze che piacciono a grandi e piccini



e lasciatevi trasportare in quest’atmosfera incantevole e spassionatamente pre natalizia...



Foto: Cristina & Elena

7 commenti:

  1. Che meraviglia! Grazie di questo post! Anche per me S. Caterina segna l'inizio del periodo natalizio. L'hai vista la bancarella con i fili di perle di pietre naturali a 1 euro il pezzo? Io lì ho fatto scorta per tutto l'anno! Poi il profumo delle leccornie mediterranee, che dopo pochi metri lascia spazio a quello delle frittellone, poi ancora quello delle mandorle caramellate, a seguire gli incensi... e la varietà di merci che ci si trova, coi venditori che fanno le dimostrazioni. Nessuno può resistere e, uscendo dal centro i "reduci" di S. Caterina si riconoscono...dalla quantità di borse e pacchetti e da quella scopa particolare che era in vendita quest'anno!

    RispondiElimina
  2. Veramente fantastico! Questo è un mercato bellissimo che richiama ogni anno molta gente... quest'anno pero ho notato meno bancherelle degli scosi anni ma con tante cose belle e tante luci che portano ormai al periodo natalizio... Mi sono fatta una gran mangiata di fragole caramellate! BBBBBBUONE!
    Sono la solita golosa ;)!!!

    RispondiElimina
  3. Eccomi qua..Se non smette di piovere.ahhhh...sto esaurendo con questo tempo grigio che più grigio non si può. Mi consolo facendo un po'la Babba Natale, che sia la prima volta che non arrivo trafelata alle 19 della vigilia?

    RispondiElimina
  4. Sono contenta che il post ti piaccia Fà, del resto è proprio dedicato ad una mia assidua lettrice :) Dunque il must di quest'anno era proprio lo spazzolone, una sorta di parente trendy del più classico mocio. Il modello con le frange verde fluo e lilla ha tentato anche me ed Elena per..alcuni secondi :))))

    RispondiElimina
  5. Buone le fragole caramellate, Pamela :9 A me invece piacciono le mandorle, mentre Elena non poteva assolutamente rinunciare allo zucchero filato!

    RispondiElimina
  6. Ah dimenticavo..I nostri acquisti (miei e di Elena): un mazzo di origano (mio); due libri uno sui minerali e uno sui fossili (Elena); un minerale grezzo, ma non mi chiedete il nome (per la collezione di Elena); un mix di perle di pasta di corallo, alcune d'argento e alcuni cubi di pietra lavica per montare una collana (che useremo sia io che Elena of course!). La Frugola zuccherosa è davvero una incredibile compagna di shopping!

    RispondiElimina
  7. Ho appena letto un post di una mia amica blogger che vi consiglio caldamente :))
    http://blog.vanityfair.it/2010/12/al-parco-piccoli-bastardi-crescono/#more-1049
    Vado a mettere in forno la torta!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...