giovedì 18 novembre 2010

Melanzane mon amour…

La nonna diceva sempre che ogni stagione ha la sua verdura, tuttavia oramai siamo abituati a trovare tutte le verdure tutto l’anno e ogni tanto uno strappo alla regola lo faceva anche lei. Specie, poi, in periodi di pioggia persistente, in cui al gradito spuntare di un raggio di sole, si accompagnava la voglia di estate e di..melanzane.
Questa è una ricetta che trovò in non so quale rivista e che fu subito promossa nella sua famosa agenda/ricettario.
Medaglioni di melanzane e ricotta
Ingredienti per otto medaglioni:
1 melanzana oblunga grande o 2 piccole;
250g di ricotta
1 uovo
1 panino raffermo
½ cipolla bianca
1 spicchio di aglio
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
6 pomodorini ciliegia
erba cipollina e basilico
olio, sale e pepe
In una padella antiaderente soffriggete con un cucchiaio di olio lo spicchio d’aglio e la cipolla tagliata fine. Togliete lo spicchio d’aglio e aggiungete la ricotta e il panino, precedentemente privato della crosta e ammorbidito nel latte. Cuocete per alcuni minuti a fuoco medio, facendo in modo che gli ingredienti si amalgamino bene, completate con una macinata di pepe, togliete dal fuoco e lasciate raffreddare.
Tagliate la melanzana, eliminando gli estremi, a rondelle spesse circa 1/2 cm, in modo da ottenere dei medaglioni. Grigliateli per alcuni minuti, ossia finché non diventano morbidi (attenzione a non bruciarli) e disponeteli sulla teglia del forno o in una pirofila, sempre sopra un foglio di carta da forno.
Tagliate i pomodorini a piccoli cubetti e poneteli in una ciotola con un po’d’olio, sale, pepe, alcuni steli di erba cipollina tagliuzzati e circa 4/6 foglie di basilico spezzettate.
Una volta che il composto di ricotta si sarà raffreddato, versatelo in una terrina, aggiungete l’uovo, il parmigiano e regolate di sale.
Componete i medaglioni, ponendo sopra le melanzane il composto di ricotta e guarniteli con i pomodorini.


Passate in forno già caldo a 180° per circa venti minuti e poi per 5 minuti sotto il grill, in modo che i vostri medaglioni assumano un colore dorato.


Serviteli tiepidi accompagnati da un buon vino bianco secco.
Se vi sono avanzati ritagli di melanzana, poneteli in una padella antiaderente a soffriggere con uno spicchio d’aglio, aggiungete i pomodorini e delle olive nere tagliate a pezzettini. Una spolverizzata di origano e qualche foglia di basilico e..voilà..il sugo per la pasta dell’indomani.
E speriamo che nel frattempo abbia smesso di piovere!




Foto: Elena e Cristina 

13 commenti:

  1. A me non piaciono molto le melanzane ma cosi sembrano delle bellissime pizzette.. hanno un'aspetto molto invitante. Brava la nonna e naturalmente complimenti alla cuoca!
    P.s. per il tempo lasciamo stare va qui a Udine sta piovendo davvero molto! Ciao

    RispondiElimina
  2. Buonissime Cris, dalle immagini sembrano davvero invitanti.

    RispondiElimina
  3. Pamela dimmi cosa ti piace e posterò per te :)

    RispondiElimina
  4. Sissina grazie di esserci. Una delle cose che mi piace in cucina è realizzare piatti che siano anche belli da vedere: queste ad esempio mi mettono tanta allegria.E poi sono sfiziosissime :9

    RispondiElimina
  5. Ciao Cris, devo dire che non so chi merita più complimenti ... brava alla nonna che ti ha passato queste stupende ricette e brava a te che le realizzi in modo fantastico ed invitante. Ottima idea sembrano pizzette ma sono a base verdura, per i bimbi pigri nel mangiare verdura sono molto "furbe".
    Brava non mollare bello il tuo blog!!
    M

    RispondiElimina
  6. Buone le melanzane! A quando un assaggio?!? :) Con questo tempo dovrei mangiarne a chili aspettando che torni il sole! Buona serata :)
    LaPres

    RispondiElimina
  7. mmmmhhh sembrano davvero buone, io poi adoro le melanzane sotto ogni forma .....

    RispondiElimina
  8. Ciao Cris! BBBBuone! Ho salvato la ricetta....

    RispondiElimina
  9. Buon pomeriggio a tutti, scusate l'assenza, ma il perfido virus della nausea e affini è simpaticamente transitato da Elena a me, causando un momentaneo ko e alcuni giorni di dieta forzata a fermenti lattici e patate lesse :)
    Per farmi perdonare risponderò a ciascuna puntualmente e a brevissimo posterò qualcosa di nuovo..Promesso!

    RispondiElimina
  10. Milli grazie dell'incoraggiamento, sono davvero contenta che l'idea della "melanzana pizzetta" piaccia anche a te. In effetti con Elena bisogna essere davvero creativi.Convincerla che la verdura non è qualcosa di velenoso/schifiltoso è ardua impresa, del resto un'opinione simile ce l'aveva anche mia sorella. Da qui l'inventiva di nonna e mamma al riguardo, da cui attingo a piene mani.Io invece avevo problemi con la carne e detestavo veder "filare" il formaggio (per anni ho mangiato la pizza senza mozzarella..), chissà perchè associavo i fili alle ragnatele..

    RispondiElimina
  11. In effetti, Pres, non appena avrò postato ancora qualche ricettina si potrebbe organizzare una "cena test" che ne dici?

    RispondiElimina
  12. Claudia, come me..a me della melanzana piace tutto, anche il colore!!

    RispondiElimina
  13. Buon pomeriggio anche a Fà, sperimenta la ricetta, vedrai, fa davvero bene anche all'umore!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...