venerdì 31 ottobre 2014

Trick or treat... Dolcetto o scherzetto

E' un contagio, questo di Halloween che a me e Bimba-quasiragazzina piace.
Non ci interessa che sia un'americanata pazzesca;
non ci tocca che sia o non sia una tradizione approvata dal sindacato "tradizioni da festeggiare per tradizione dop";
facciamo spallucce agli anatemi di coloro che la considerano festa pagana, satanista, diabolica;
e daiiii!!!!
Ma non possiamo prenderla con placida ironia?
Questo mood zuccoso, tinto d'arancio e nero,


questo goticheggiare tra ragnatele, ragnetti, fantasmini e streghette


che un po' serve a esorcizzare paure arcane
a giocare con il nostro lato magical-trash?
Noi abbiamo iniziato ieri sera con questi biscotti realizzati interamente da Elena (io ero alla sezione forno/controllacottura/mammaselifaibruciaretiprendoazuccate)


la cui ricetta vi lasciamo in regalo ora
perchè poi, tra poco, abbiamo in programma di fare due passi fra i "musons" di Chiopris


a luci spente e zucche accese.
A tutti voi
Great Halloween!!

Biscotti da brivido

Ingredienti
250 g di farina di kamut
120 g di burro
100 g di zucchero
2 tuorli
aroma di vaniglia (o cannella o zenzero)
scorza di limone
un pizzico di sale
1 tappo di cognac (facoltativo)
Fate la fontana con la farina, unite lo zucchero, i tuorli, un pizzico di sale, la scorza di limone, il cognac, l'aroma di vaniglia (noi ne abbiamo fatti anche con la cannella e zenzero) e il burro freddo a pezzetti. Impastate con energia e formate una palla, avvolgetela nella pellicola e lasciatela riposare in frigo per circa 1/2 ora.
Stendete l'impasto e ricavate i biscotti con gli appositi stampini.
Infornate a 180° per circa 10 minuti. Lasciate raffreddare e sgranocchiate a volontà!

Foto: Elena e Cristina

4 commenti:

  1. ...che bello trovare un po' di leggerezza in questa festa!!!
    sinceramente è questo il lato che preferisco... e mi sa tanto che in questi giorni li proviamo anche noi, i vostri biscottini paurosi ^_^ grazie per la ricetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono perfetti per utilizzare gli stampini, quindi la stessa ricetta può andare bene per biscottini da tutti i giorni oppure... natalizi :)

      Elimina
  2. Mah siii, prendiamola con leggerezza :) a me piace molto come festa :) certo, sento che mi appartiene poco (qua in Sardegna alla fine ci sn tradizioni molto simili e che però vengono pian piano dimenticate) ma questo non mi impedisce di apprezzarla molto! Anzi, invidio gli Americani che la festeggiano alla grande :D sarebbe una figata trascorrere un 31 ottobre là *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti Valentina bisogna prenderla proprio così, importiamo tante schifezze da altri paesi, non capisco cosa ci sia di male ad importare un'occasione di festa :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...