venerdì 3 ottobre 2014

Ricordi di un'estate: continuare o no?

E' stato un periodo intenso.
Un inizio autunno di quelli che - sarà che ci sono ancora giornate di sole bellissime - fatichi a credere che l'estate sia ormai un ricordo.
E poi guardi il calendario e ti accorgi che tra un mese il blog compirà 4 anni di vita.
E ti accorgi che è quasi un mese che non scrivi, perchè, anche se nella testa ti capita spesso di pensare "questo lo devo mettere sul blog, questo piacerebbe sicuramente ai miei lettori" e altri simili post it mentali che poi scivolano assieme al tuo tempo che corre via, anzi svolazzano, come foglie gialle al vento nel turbine delle tante (forse troppe) "cose" quotidiane.
E qualche sera, quando sei stanca e hai ancora mille punti sulla to do list, che pare infinita come la tela di Penelope, ti passa per la mente di chiudere tutto, di archiviare questa avventura da scribacchina che ti piace, ma che forse, magari, ti ruba ancora quelle scarse energie residue che magari potresti usare per qualcosa d'altro di più concreto.
Perchè? Perchè? Perchè?
No, i periodi non si cominciano con la "E" - avrebbe detto la mia maestra.
E alle domande va pur data risposta.
E' inutile lasciarle lì, buttarle senza darsi una motivazione.
Persino Amleto ne cercava una dopo tutto.
Poi accade che devi dire addio ad una persona cara, a quello che consideravi un nonno, tu che i "nonni maschi" non li avevi mai conosciuti.
Una persona di quelle di una volta, ruvida, ma sincera.
Forte, della forza di un vecchio albero saggio.
Cento anni di esperienze vissute fino in fondo.
Sapevi che poteva accadere, ma speravi non sarebbe successo mai.
E' accaduto.
Del pomeriggio in cui lo abbiamo salutato mi è rimasto un pensiero. Suo figlio, che oramai inizia ad avere pure lui la sua bella età, ha orientato la conversazione sui viaggi.
Da quando è in pensione lui e la moglie viaggiano molto.
L'ho ascoltato, forse un po'invidiato, poi ad un certo punto ha lasciato cadere una frase...
"Lo facciamo per raccogliere bei ricordi, da tenere per quando non potremo farlo più."
Allora ho capito.
La risposta è stata chiara e semplice.
Scrivo per imprimere bei ricordi.
E non importa se non lo faccio bene.
Non importa se qualcuno mi legge (anche se mi piace quando mi accorgo che qualcuno legge).
Non importa se non ci sono commenti (anche se adoro trovare commenti, come un goloso le caramelle più dolci).
Perchè la cosa bella e che qui, in questi anni di post ci sono un sacco di bei ricordi impigliati, fermati, come tante piccole istantanee di vita vera.
Così succede anche che questa sera una Bimba-quasiragazzina ha detto:
"Mamma non ti preoccupare, stasera cucino io, tu scrivi un post e non ci pensare..."
Ed eccomi qua, con la mia lunga serie di "E"...
Di cosa voglio raccontarvi?
Della nostra estate, attraverso una serie di foto.
Non sono nulla di speciale a prima vista, ma per noi hanno un senso.
Per me e Bimba-quasi ragazzina sono i ricordi di una bella estate.
Io e lei.
Noi.
Se volete sbirciare fate pure, è un album un po'lungo, ma non ce la siamo sentite di scegliere oltre :)

E' stata un'estate al mare come tante...




Un'estate di cieli azzurri...


Ma molto spesso, no.


Di letture varie







Di lavoretti e ricette...











Di fiori e farfalle...












Di scorci...






Di buffi animaletti...




Di quarant'anni compiuti...







Di vecchi giochi e vecchi film resi nuovi da chi li scopre per la prima volta...



E riprendere in mano un Topolino dopo tanti anni e scoprire che ti diverte ancora...


E poi l'inizio di una nuova scuola, un nuovo percorso...


Per una Bimba non più bimba, ma quasi ragazzina...









Chiudendo con il mare, come avevo iniziato.








Grazie estate e benvenuto autunno!
Ora sì ho scritto tanto di quello che ho pensato e sono contenta.
Una volta di più, una volta ancora.
A presto!
Alla prossima puntata.

Foto: dal mio profilo Instagram Mcris9

6 commenti:

  1. io amo passare qui da te, da voi, che raccontate emozioni, fotografate momenti bellissimi, crescete a vista d'occhio e condividete le vostre esperienze...
    meno spesso, ma sempre con interesse.
    grazie per esserci, mamma e quasi ragazzina: siete davvero speciali ^_^

    RispondiElimina
  2. Intenso e bellissimo questo post. Mi ci ritrovo molto in questo momento. Prenditi il tuo tempo, segui i tuoi ritmi per tutto, anche per il blog ... e continua a consideralo un angolino in cui raccogliere pensieri e stati d'animo sotto forma di ricette ... Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cristina, seguirò il tuo consiglio. Buon inizio settimana :)

      Elimina
  3. Io scrivo per trovare la connessione tra gli eventi, come avrebbe detto Clare Trueba. E leggerti é sempre un piacere enorme.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...