giovedì 11 luglio 2013

Cheesecake pesche e more

Sera solitaria.
Giornata di quelle a ostacoli che ti lasciano una spossatezza che non è vera e propria stanchezza fisica, piuttosto mentale.
Stanchezza che ingarbuglia i pensieri e che non ti fa venir voglia di riposare ma di...evadere.
Però non hai voglia di uscire.
Vuoi startene con un vestitino leggero, un po'sbiadito e fuori moda, con la mollettona fra i capelli e le infradito..
Ti aggiri.
Rimugini.
E poi vedi nel frigo quel cestino di more abbandonato.
E ne mangi una.
E capisci di aver bisogno di qualcosa di dolce.
Peccato non avere un Ambrogio a disposizione!
Comunque il dolce è proprio la cura che ti serve.
E' estate.
Fa caldo.
Ma non importa se per una mezz'ora dovrai accendere il forno.
Hai voglia di una torta.
E torta sia!

Eccola, per la colazione che vorrei fare virtualmente con Laura e Michela di Abitare e dintorni che non ricordo quando mi avevano chiesto la ricetta di una cheesecake e con Dalia di Mamma che casa che si trova in mezzo alle scatole di un trasloco difficile da digerire, non tanto per la bellezza del luogo in cui si troverà a stare, quanto per l'effervescenza del luogo che ha dovuto lasciare.



Ingredienti:

300g di ricotta
125g di zucchero
4 uova
50g di frumina
3 pesche
una ventina di more 
cannella in polvere e in stecca
4-5 amaretti
Un cucchiaio di Triple sec 
20g di burro

Mescolate la ricotta con lo zucchero, poi aggiungete i tuorli, la frumina, un po' di scorza di limone e una spolverizzata di cannella.


Spellate le pesche e tagliatele a pezzi. In un pentolino fate sciogliere il burro, versatevi le pesche e qualche pezzettino di stecca di cannella e sfumate con il triple sec.


Montate a neve ben ferma gli albumi, uniteli al composto di ricotta e versatelo in uno stampo per torte foderato di carta forno. Disponete le pesche e le more, sbriciolate gli amaretti e versateci sopra il liquido di cottura prodotto dalle pesche.


Passate in forno già caldo a 180°- 200° per circa 30 minuti. Poi completate la cottura con qualche minuto di grill.

Una volta che la torta si sarà raffreddata ponetela in frigo.. E' deliziosa il giorno dopo :)

Buona giornata a tutti voi!

Foto: Cristina

6 commenti:

  1. Buona!
    Lo sai che non ho mai fatto al cheescake?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda è stata una casualità.. proprio con quello che avevo in frigo. Inizialmente pensavo di fare una crostata, ma avevo poco burro e la ricotta mi ha sorriso :)

      Elimina
  2. sei davvero riuscita ad aspettare fino al giorno dopo prima di azzannarlo?! adoro le pesche...metá della produzione nazionale credo finisca nel mio frigo...slurp! buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi hai beccata Linda!! In realtà l'ho assaggiata prima di metterla in frigo, ma è decisamente più buona dopo il passaggio al fresco... dà dipendenza!

      Elimina
  3. Bellissima... Secondo te posso usare le banane? Grazie un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso di sì, magari che non siano troppo mature, altrimenti diminuisci un po' lo zucchero così non rischia di essere troppo dolce :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...