giovedì 28 aprile 2011

Di tutto un po'...

Buongiorno a tutti, dopo le vacanze pasquali che sono state piacevoli e abbastanza rilassanti, vi propongo alcuni appuntamenti a parer mio molto interessanti che animeranno Udine in questi giorni e non solo...

Mi riempie sempre di gioia quando, specie in periodi come questo in cui tanti negozi del centro storico spariscono inghiottiti dalla crisi e dalla voracità di centri commerciali e outlet, annunciare l'inaugurazione di una nuova libreria proprio in Via Mercatovecchio (ossia in pieno centro storico). Si tratta della Libreria Ubik che ufficialmente sarà inaugurata sabato pomeriggio, ma che domani  alle ore 17.30 avrà come ospite per la presentzaione del suo ultimo romanzo, la scrittrice irlandese Catherine Dunne.


Il libro si intitola "Tutto per amore" e ne trovate un assaggio qui.

Altro importante appuntamento internazionale è il Far East Film Festival, giunto ormai alla tredicesima edizione.


Potete trovare tutte le informazioni sul sito ufficiale della manifestazione qui. La rassegna si svolgerà da domani al prossimo 7 maggio con la proiezione di una sessantina di film e due rassegne a tema. Ma oltre alla parte più squisitamente cinematografica, quello che a me piace è che tutto il centro si popola di atmosfere orientali, con una serie di interessanti appuntamenti per comprendere meglio la cultura e la società dell'Estremo Oriente. Vi segnalo in particolare la mostra mercato in Via Mercatovecchio e sabato 30 aprile a Palazzo Morpurgo a partire dalle ore 17:
Dimostrazione di Ikebana a cura di Dino Forconi della Fondazione Italia- Oriente.
Cerimonia del Tè a cura di Hamada Mami
Gioco del Go a cura di Paolo Driussi e Davide Bertok Higashikita Go Club del F.V.G.

Dal 12 al 15 Maggio Udine ospiterà, poi, la settimana edizione di Vicino/Lontano la manifestazione legata alla figura del giornalista e scrittore Tiziano Terzani che si propone di analizzare tematiche cruciali del nostro tempo. In programma anche quest'anno una cinquantina di appuntamenti: non solo incontri e dibattiti, ma anche poesia, teatro, musica e immagini a tema. Potete visionare il programma qui


Spero di non avervi annoiato, ma mi piace scrivere anche di questi aspetti culturali della mia amata città, aspetti che la rendono ancora più ricca e bella per chi ci abita, ma anche per chi decide di venire a visitarla.

Vi lascio con questa immagine di primavera che mi ha regalato la mia Elena, una foto pensata appositamente per rallegrare il blog e voi tutti.


L'ha scattata lo scorso 22 aprile, data della 41esima Giornata Mondiale della Terra indetta dalle Nazioni Unite.


giovedì 21 aprile 2011

Arcimboldo, una mostra e il contest di Saparunda

Come vi avevo accennato nel post precedente una delle tappe del mio ultimo tour milanese è stata la mostra dell'Arcimboldo a Palazzo Reale.


La mostra che sarà visitabile fino al 22 maggio è curata da Sylvia Ferino, direttrice della Pinacoteca del Kunsthistorisches Museum di Vienna. E' divisa in 9 sezioni: i disegni di Leonardo, le officine artistiche milanesi, Arcimboldo a Milano, l'illustrazione naturalistica, le teste composte, la pittura ridicola, la pittura strabiliante di corte, il ritorno di Arcimboldo a Milano, le teste reversibili e natura morta.
E' una rassegna molto ricca, che non descrive solo l'artista, ma lo contestualizza nel suo periodo storico, offrendo al visitatore una panoramica del periodo e della genesi e diffusione del grottesco nell'arte.

Tornando ho scoperto che Saparunda del blog Saparunda's Kitchen ha avviato questo simpatico contest:


a cui sono ben felice di partecipare con due ricette che, come richiesto, rispecchiano qualcosa di me e del mio carattere.
La prima è a base di pesce, e io adoro il mare e il pesce, poi è colorata e mediterranea e mi fa venire in mente l'estate, la mia stagione preferita.
La seconda è una ricetta che mi ricorda in maniera incredibile la nonna Pina, che me la preparava per farmi contenta, perchè da bambina (ma anche adesso) era uno dei miei piatti preferiti. Si sedeva con la terrina in grembo e pelava patate cantando allegramente.

Ricetta n°1

Involtini di trota salmonata alla mediterranea

Ingredienti per due persone:

Due filetti di trota salmonata
un ciuffo di prezzemolo
1 spicchio d'aglio
pomodorini (o pomodoro a cubetti in lattina)
olive nere greche
olio, sale, pepe bianco

Tritate il prezzemolo assieme allo spicchio d'aglio.


In una padella soffriggete il trito con due cucchiai di olio extravergine d'oliva e aggiungete il pomodoro (io ho usato alcuni pomodorini freschi e circa due cucchiai di pomodoro a cubetti che mi erano avanzati dalla precedente ricetta), salate leggermente. Arrotolate i filetti, dopo averli privati della pelle e cosparsi di sale e pepe bianco, aiutandovi con uno stuzzicadenti per fermare il rotolo. Poneteli nella padella assieme al pomodoro e cuocete a fuoco vivo per circa una decina di minuti, verso fine cottura aggiungete le olive tagliate a pezzettini.


Servite caldi e accompagnateli con un vino bianco secco e fresco.


Ricetta n°2

Patate alla contadina

Ingredienti

5 patate di medie dimensioni
1 cipolla
1 etto circa di pancetta a cubetti o di cotto praga
olio, sale, pepe, noce moscata

Tagliate la cipolla non troppo finemente e fatela soffriggere in due cucchiai di olio extravergine di oliva; aggiungete la pancetta e le patate.


Le patate non devono essere tagliate in maniera regolare e non devono essere troppo sottili, nonna diceva che, trattandosi di una ricetta rustica, non si potevano tagliare le patate in modo regolare..


Spolverizzate di sale, pepe e noce moscata e cuocete per circa venti minuti/mezz'ora.


La prima parte della cottura deve essere coperta, affinchè le patate si ammorbidiscano, poi si scopre e si cuoce a fuoco vivo, girandole di tanto in tanto, in modo che formino anche un po' di crosticina.
Potete gustarle da sole o accompagnarle alla carne. In questo caso il vino sarà preferibilmente rosso.


Foto: Cristina


martedì 19 aprile 2011

Report from "Salone del Mobile 2011"

Milano 16 - 17 aprile 2011
Come sintetizzare in poche righe questa stupenda esperienza di viaggio? E' quello che mi sono chiesta elaborando questo post in cui cercherò di raccontarvi la mia due giorni milanese al Salone del Mobile 2011 in Fiera e dintorni...
Ho pensato a lungo al modo per riuscire a farvi giungere non solo il resoconto di un'avventura, ma soprattutto le sensazioni provate, perchè è questo che mi è rimasto di più in mente, ossia che il design oggi punti molto sulle sensazioni, sensazioni visive, tattili, olfattive. Non si vuole solo "catturare" l'osservatore (quindi il potenziale acquirente), ma lo si vuole "coinvolgere in un'esperienza".
Milano (e con Milano l'Italia) è stata durante la settimana appena trascorsa il centro delle "sensazioni dell'arredo", un cuore pulsante di emozioni colorate e sorprendenti che il Salone, ma soprattutto (mi sento di dire da totale profana) il cosiddetto "fuori Salone", hanno offerto ai visitatori dei cinque continenti.
Ma non troverete vere immagini di arredamento qui di seguito, ma alcuni frammenti dell'immaginario che mi (anzi ci) ha fatto vivere questo straordinario weekend di aprile.
Innanzi tutto la reporter


Dov'è il Salone?


Ovunque...

Il design è ovunque, ma prima di tutto qui...

Nuova Fiera Ingresso Est (particolare della struttura)
Camminando dentro...




E fuori... Andando su e giù dal moderno, all'antico...

Piancoteca di Brera esterno
E poi rientrando, di nuovo al moderno...

Pinacoteca di Brera interno
Geometrie di colore piene...




Geometrie di colore vuote...




Luci piene


e vuote..


Forma e colore dal finito all'indefinito...


Un uomo nella nebbia...

Twilight by Tokujin Yoshioka per Moroso (http://www.moroso.it/)

Che prima appare e poi scompare...

Twilight by Tokujin Yoshioka per Moroso (http://www.moroso.it/)
E ancora design...

Un mondo di design all'interno di un museo moderno e chiuso...





o nel silenzio del chiostro antico...




Paola Lenti c/o Chiostri dell'Umanitaria (http://www.paolalenti.it/)
spazio chiuso e aperto insieme, luogo di pace per isolarsi dal clamore del mondo (pensate che i Chiostri dell'Umanitaria dove Paola Lenti esponeva la sua nuova collezione per interni ed esterni, si trovano dietro al Palazzo di Giustizia!!) e riflettere su di esso...
E poi ancora, per finire, quasi una cartolina, ma non troppo..


Montagna del Sale di Mimmo Paladino
Che ne dite? Soddisfatti?
Io e lui moltissimo. C'è pure stato il tempo per una digressione (ma non troppo..in fondo..): abbiamo visitato la mostra dell'Arcimboldo a Palazzo Reale, ma questo sarà argomento di nuove, fantasiose elucubrazioni, altrimenti non ne usciamo più :)
A presto!

Foto: Cristina & Giusto



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...