lunedì 30 giugno 2014

Le ricette del lunedì: torta di melanzane

Il fine settimana se ne è andato assieme al sole.
E forse è meglio così.
Meglio ricordare sole, spiaggia e mare oggi che piove e si lavora, piuttosto che rimpiangere di non essere ancora là a causa di un lunedì soleggiato.
Tante le cose da fare.
Ma non dimentico certo il nostro appuntamento qua sul blog con la ricetta del lunedì!
La scorsa settimana non ci sono stati commenti e io la prendo come silenzio-assenso,
quindi ecco qua cosa ho pensato di proporvi.
Tutto perchè avevo delle melanzane e nessun particolare ingrediente in frigo, se non un avanzo di salsa di pomodoro, uova e parmigiano.
Che ne dite?
Vi ispira?
L'unica laboriosità di questo piatto è friggere le melanzane (grigliarle per una versione leggermente più light)


Ingredienti
3/4 melanzane lunghe
salsa di pomodoro e basilico
3 uova
4 cucchiai di parmigiano
pangrattato
sale, pepe, burro per lo stampo
olio per friggere (se fate la versione fritta)

Tagliate le melanzane a fette e cospargetele di sale, lasciandole così per almeno mezz'ora, poi lavatele, strizzatele, asciugatele e passatele nell'olio ben caldo finchè saranno dorate.
Imburrate uno stampo da torte e passatelo con il pangrattato.
Fate degli strati di melanzane, salsa di pomodoro e parmigiano fino a terminare le melanzane.



Sbattete a parte le uova con sale e pepe e versatele sulle melanzane.
Un'ultima spolverizzata di parmigiano e via in forno a 180° per circa 20 minuti.


Servitela tiepida e non vi deluderà :)

Buon inizio settimana!

Foto: Cristina

venerdì 27 giugno 2014

Il meglio di giugno #2

Venerdì, caro il mio venerdì!
E poi un venerdì d'estate che è sinonimo di migrazione al mare.
Solo poche ore e poi...
Relax.
E non ho altro da aggiungere su questo pacifico argomento.
Vi lascio invece i miei post preferiti della settimana, sperando di farvi cosa gradita.
Voi ditemelo pure se sono noiosa, mi raccomando!
Intanto però....


Lei è divertente, simpatica, accattivante e creativa, lei è Simona e il suo blog mi piace un sacco.
Ed è pure scrittrice, sapete, e sta per arrivare un nuovo romanzo...

http://acasadisimo.blogspot.it/2014/06/cuscini-e-borse-come-se-piovesse.html


Lei è solare, arguta, ha un modo di scrivere, ma soprattutto di fotografare che ti fa sentire suoni fin nei sussurri, percepire sfumature, colori e chiaroscuri, cogliere odori e sapori che a volte sorprendono, il suo blog sa di vita e... No, non mi ha pagata per dirlo :) 
Lei è Chiara...



E poi ho voglia di pesche, per questo nei prossimi giorni sperimenterò le proposte dolci di Giulia e Alessandra:



Se non li avete già letti vi ricordo gli ultimi due post qua sul blogghetto.
Il primo perchè è una novità del lunedì che spero vi piaccia;
il secondo perchè è di Bimba-quasiragazzina e lo sapete al cuor di mamma non si comanda!


Buon fine settimana!!



giovedì 26 giugno 2014

I post di Elena: i muffin di Benedetta

Cari lettori di mamma e un pochino anche miei, oggi vi racconto di ieri pomeriggio.
Sono iniziate da qualche giorno le vacanze e io ho la tosse, uffa!
E anche qualche linea di febbre, uffa di nuovo!!
Però ho lo stesso voglia di fare tante cose, altrimenti mi annoio.
Ieri dopo pranzo, prima che la mamma torni al lavoro, ho deciso di preparami da sola la merenda.


Ho pensato di provare la ricetta dei muffin che ho visto fare in tv a Benedetta Parodi.


Mi piace Benedetta, è una mamma simpatica, spiega le ricette in modo chiaro e non usa ingredienti strani.
Poi la mia mamma l’ha incontrata a Milano al Mammacheblog e le ha mostrato una mia ricetta pubblicata su QB e mi ha portato il suo ultimo libro delle fate con l’autografo.
(Pensate che la foto qui sotto l'ha fatta la figlia di Benedetta e la mamma ha chiuso gli occhi, uffissima!!!!)


Comunque mamma si è pure fatta il suo primo selfie, perché a lei non piace farsi fotografare, ma sapeva che a me sarebbe piaciuto avere la foto di Benedetta, come l’anno scorso quella di Carla Gozzi, sapete la signora che parla di moda assieme ad Enzo.


Insomma mi sono preparata i muffin allo yogurt con le gocce di cioccolato ed è stato divertente.
Ho cambiato qualcosina della ricetta così ve le scrivo tutte e due.
Solo gli ingredienti sono diversi, la preparazione è la stessa.
Ecco qua.

La ricetta di Benedetta
Ingredienti:
250 g di yogurt
120 g di zucchero
2 uova
70 g di burro
250 g di farina
1 bustina di lievito per dolci
1 bacca di vaniglia
Sale
70 g di gocce di cioccolato
80 ml di latte
170° per 20’

La mia variante
Ingredienti:
2 vasetti di yogurt bianco
100 g di zucchero
2 uova
50 g di burro
150 g di farina
50 g di fecola di patate
1 bustina di lievito per dolci
1 bustina di vanillina
Sale
50 g di gocce di cioccolato
80 ml di latte
180° per 20’
zucchero al velo per decorare.

Ho messo in una ciotola lo yogurt e lo zucchero e ho mescolato bene, poi ho aggiunto le uova, il burro sciolto qualche secondo nel microonde, la vanillina e un pizzico di sale. Ho setacciato farina e fecola con il lievito e le ho aggiunte al composto facendo attenzione a non formare grumetti. Ho aggiunto il latte e per ultime le gocce di cioccolato. Ho riempito gli stampini da muffin e ho fatto mettere tutto in forno alla mamma.

Sono riusciti “molto bene” proprio come dice la signora Parodi.



Questi muffin sono proprio l’ideale per la merenda e poi cucinare è più divertente di leggere!
Il libro di Benedetta che mi ha portato la mamma però è carino e assieme ai muffin anche leggere è un momento simpatico del mio pomeriggio da malaticcia.
Comunque spero che febbre e tosse passino presto perché ho tanta voglia di andare al mare!

Grazie alla mamma per avermi fatto le foto, così un pochino mi vedete e non c’è solo da leggere, che a me piacciono di più le storie illustrate!

E grazie per avermi fatto scrivere il post sul suo blog.

E un saluto anche alla signora Parodi, a Benedetta con cui mi piacerebbe cucinare le mie crocco-polpette :)

Ciao ciao a tutti.

Elena

lunedì 23 giugno 2014

Le ricette del lunedì: avocadomania

Ho deciso di dedicare il lunedì alla pubblicazione di una ricetta.
Che ne dite?
Vi piace come idea?
E' un bel tema per iniziare la settimana, perchè la cucina mi rilassa, mi diverte e mi mette di buon umore.
E allora ecco qua la mia proposta per questi ultimi giorni di giugno.
Un piatto semplice, veloce e molto estivo.
Vi confesso che dalle mie parti è scoppiata una sorta di avocadomania.
Un po' per via dell'atmosfera dei mondiali, che, anche se noi siamo in genere calcio-free, non riusciamo ad essere  immuni dalla scia nazional-popolare-brasilera di questi giorni.
Un po' perchè l'avocado è buono e si presta a tanti abbinamenti.
Questa è la mia variante,


quella di Elena sarà sul numero di luglio della rivista Quanto Basta FVG 

Mousse di avocado e gamberetti (per due persone)

Ingredienti:

1 avocado 
1 confezione piccola di gamberetti in salamoia
1 lime
olio extravergine di oliva, sale, pepe, foglie di menta

Ho scolato i gamberetti e li ho conditi con olio, succo di lime, foglioline di menta, sale (poco) e pepe
Ho privato della buccia l'avocado, tolto il seme, tagliato a pezzi e frullato con succo di lime e sale.
Servendomi di un coppa-pasta ho composto il piatto, dandogli un'ultima macinata di pepe.
Accompagnato con un vino bianco leggero è ottimo come antipasto
Come variante potete spalmare la mousse sul pane caldo e farne una sfiziosa bruschetta ai gamberetti.

Buon inizio settimana a tutti voi :)

Foto: Elena

venerdì 20 giugno 2014

Il meglio di giugno #1

Riprendo una bella abitudine di qualche tempo fa.
L'appuntamento del venerdì con i post che mi sono appuntata nei giorni precedenti, quelli su cui mi sono soffermata, perchè mi/ci hanno colpito particolarmente (perchè anche la Bimba-quasiragazzina mi segue spesso nei viaggi virtuali alla scoperta di cose belle).

Riprendo accogliendo l'invito di Laura a sorridere.
http://www.paroladilaura.it/2014/06/arcobaleni-improvvisi/
Perchè scrivere su questo blog, ma soprattutto leggere i vostri commenti mi strappa sempre un rivitalizzante sorriso :)
Buona lettura!



Mi è piaciuto seguire Chiara nel suo viaggio in Polonia perchè anch'io ci sono stata, ma in un'altra parte di questo sorprendente Paese e quindi è stato interessante coglierne altri aspetti, punti di vista differenti non solo geografici, ma anche emozionali.

Questi sono i suoi post

http://machedavvero.it/2014/06/polonia-giorno-lodz/
http://machedavvero.it/2014/06/polonia-lodz-arte-street-art/
http://machedavvero.it/2014/06/polonia-lasciando-lodz-trovando-varsavia/
http://machedavvero.it/2014/06/varsavia-sue-storie/
http://machedavvero.it/2014/06/polonia-neon-varsavia-vecchietti/
http://machedavvero.it/2014/06/polonia-giorno-storia-bellezza/

E poi vi segnalo questa bella iniziativa dell'ente del turismo polacco che ci fa scoprire il paese attraverso gli occhi, i pensieri e naturalmente le emozioni dei blogger coinvolti.
http://www.blogginpolonia.it/

Dopo la Polonia che ne dite di una cena in Giappone, grazie a Titti?
http://imonologhi.blogspot.it/2014/06/kaiseki-la-cucina-giapponese.html

Di sbirciare i colori del Nord Europa grazie al primo capitolo del tour di Valentina in Svezia?
http://www.appuntidicasa.com/2014/06/ikeabloggertour-1-i-colori-del-nord.html

Di fare un giro in Belgio con Giorgia e le sue bimbe?
http://prioritaepassioni.blogspot.it/2014/06/belgio-piacevole-scoperta.html

E anche una pedalata lungo la Via Francigena con Valentina?
http://www.travelupsidedown.com/2014/05/scopriamo-la-via-francigena-lets.html
http://www.travelupsidedown.com/2014/06/via-francigena-by-bike.html

Siete stanchi?
E allora ci vuole una pausa-merenda.

Io ho voglia di provare questo dolce di Lavanda e Rosmarino:
http://lory-lavandaerosmarino.blogspot.it/2014/06/quattro-quarti.html

E leggere ancora e viaggiare ancora, anche se solo con gli occhi e il pensiero, perchè ogni sguardo aperto sul mondo fa bene all'anima.

Se avete altri post/blog di viaggi da segnalare a me ed Elena mettete pure i link nei commenti.
I vostri suggerimenti sono felicità per noi.
Grazie.
E buon fine settimana!

domenica 15 giugno 2014

Staffetta di blog in blog: il fiore che mi rappresenta è...

Buona domenica, cari lettori, oggi è anche il 15 del mese, quindi giornata di staffetta tra blogger...


Un tema questo mese che è proprio una bella domanda.
E a cui rispondo - non senza averci pensato...
Il papavero.


Perchè?
Amo i fiori in generale, amo osservarli, amo curarli, amo circondarmene, perchè danno molto senza chiedere nulla in cambio.
Ci regalano il loro splendore colorato e a volte il loro profumo avvolgente.
Il papavero no.
Lui non profuma.
Ma è colore allo stato puro.


E' il segno dell'arrivo dell'estate, la mia stagione preferita.
E' caparbio perchè lo vedi spuntare ovunque, anche dove non avresti mai pensato potesse nascere un fiore.
Ha il colore della passione e la leggerezza di una piuma.
Vive di sogni, vive il momento.
Ma se lo strappi dal luogo che ama, dalle sue radici, non ce la fa e china il capo.
Gli piace essere ammirato, ma credo soprattutto che gli piaccia rallegrare il mondo con la sua presenza che si accende quando i raggi del sole scaldano i prati e i campi di grano dorato.


Chiacchiera con spighe e fiordalisi e poi scompare, per riapparire di nuovo con la bella stagione a portare i giorni delle vacanze e del meritato riposo.

Come dicevo amo tutti i fiori e soprattutto la Bimba-quasi ragazzina adora fotografarli e, se seguite questo blogghetto, sapete che i fiori sono di casa.
Se siete nuovi vi invito a sbirciare questi altri postarelli a tema:

http://udinelamiacittaenonnapina.blogspot.it/2014/05/la-grande-bellezza-delle-piccole-cose.html

http://udinelamiacittaenonnapina.blogspot.it/2013/07/viaggio-ginevra-2-les-jardin-botaniques.html

http://udinelamiacittaenonnapina.blogspot.it/2011/06/la-vie-en-rose.html

Vi lascio inoltre il link del blog per proseguire il giro della staffetta di oggi:

 http://manidimammacarla.blogspot.it

Vi ricordo che se volete partecipare alla staffetta potete trovare tutte le informazioni sul gruppo FB qui: https://www.facebook.com/groups/staffettaBLOG/

Prossimo appuntamento con questa bella iniziativa il 15 luglio.

A presto!!!!

Foto: il quadro è preso dalla rete, le foto dei papaveri sono opera di Elena


mercoledì 11 giugno 2014

Nuovi orizzonti

Come si fa a trasferire un'emozione su un foglio bianco?
Come si fa a rendere quel senso strano che ti prende nello stomaco?
Quei salti che fa il tuo cuore.
Quei pensieri che si affollano, che si accavallano, che si scontrano nella testa.
Come si fa a spiegare tutto questo in poche righe?
A darne almeno una pallida idea?
Che senso ha farlo?
Forse lo si fa per fermare il momento.
Per impedirgli di scivolare via.
Perchè questa rete che frequentiamo quasi tutti e quasi tutti i giorni dà un'illusione d'immortalità alla scrittura.
Non so.
Forse preferirei scrivere sulla pietra.
Chissà.
Ok, ora vi starete chiedendo cos'è tutto questo.
Scusate.
Facciamo un passo indietro, anzi di passi ne sono stati fatti tanti e tantissimi se ne faranno.
Più in avanti che indietro.
Oggi è l'ultimo giorno di scuola elementare (che di questi tempi si chiama scuola primaria) di Bimba.
Ups.
Non più Bimba.
Bimba-quasiragazzina ormai.
Anche se per me sarà sempre Bimba, ma lei giustamente si sente ragazzina.
Ora l'aspetta un'estate piena.
Piena di sogni e nuove aspettative.
Piena di vita, come la sua età prevede.
E io la guardo.
La osservo.
Proprio come da dietro l'obiettivo della macchina fotografica.


Un po' a distanza.
Perchè si prenda il suo spazio, perchè si senta libera di cercare, di scoprire la sua strada, tra le mille e mille strade che le si aprono davanti.
Perchè l'orizzonte è più vasto ora e lo sarà sempre di più.
Ed è suo.
Meravigliosamente suo.
E la gola mi si annoda un po' mentre scrivo.
Ma torniamo al punto sopra.
Ho voglia di fermare quest'attimo.
Perchè poi tra poco ci sarà la recita di fine anno, dove lei sarà protagonista.
E poi ci saranno i saluti e tutto fuggirà via in questa calda giornata di quasi estate.
Fuggirà veloce.
Come una bimbetta che nel suo grembiulino bianco raggiungeva i compagni saltellando con la felicità negli occhi.
Perchè questa è la cosa più bella, la più grande soddisfazione... che le tue maestre nel corso degli anni ti abbiano sempre descritta come una bambina felice e serena.
Ecco, ora smetto, che altrimenti rovino il trucco e so che tu mi vuoi in ordine.
E mi stampo anch'io un sorriso.
E ricaccio tutte le paturnie della mammitudine e arrivo.
A fra poco, Elena...
A fra poco.

E scusate, cari lettori, questo scivolone sentimentale...

Foto: Cristina
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...