mercoledì 31 ottobre 2012

Succede che...

Succede che il tempo vola, i giorni corrono e tu sei sempre indietro su qualcosa...
Succede che, mentre tu stai allestendo un convegno importante, Bimba raccolga gli scatti ed il materiale per partecipare all'iniziativa dei Mercoledì dell'Arte di Giorgia che per lei è davvero importante.
Succede che oggi sono 500 anni che Michelangelo ha affrescato la volta della Sistina... Quando ebbi la fortuna di vederla quasi svenni per l'emozione di tanta magnificenza pittorica!
E quindi come si fa a non parlare di arte e di colori, in una giornata così??
Ma succede anche che oggi è Halloween, questa festa strana, arancione, discussa, tenebrosa, macabra e al tempo stesso terribilmente divertente.
Oh, mamma quante cose succedono!
Ma andiamo con una specie d'ordine logico..
Perchè succede che la mamma qui presente voglia raccontarvi tutto e non tralasciare nulla..
Ecco, un attimo che blogger con lentezza carica un due fotine.
La natura, che colori!
E bimba caccia i colori come fossero farfalle e la sua macchina fotografica un retino :)







E non è forse una cosa bella portarne a casa un po' di quei petali di natura colorata, intrecciati in una particolare ghirlanda, pensata proprio per questa iniziativa?


Ecco qua:




E per Halloween?
Ma sì non ci siamo dimenticati, mamma ha preparato l'impasto a ora di pranzo e così, anche se è salita tardino dall'ufficio, gli orridi biscottini hanno preso forma, grazie anche alle abili manine di Bimba e colore e sostanza.. Gnam...



Del resto avevamo ospiti a cena..non potevano mancare i dolcetti con ospiti come loro...


Jack o'Lantern, la sua fidanzata Jackie o'Cabbage e il gattino Zuccarancio.

Great Halloween a tutti!!!

Ps. E succede che mamma e bimba siano felici nonostante la stanchezza :)

Foto: Elena

martedì 30 ottobre 2012

Dal Diario di Lei: meno male che c'è Grande Puffo!

Una domenica pomeriggio qualsiasi, in un autunno qualsiasi di un posto qualsiasi.
Lui sonnecchia sul divano.
Bimba pare impegnata in giochi fantastici.
Lei, anche se tentata dai cuscini del letto, scivola con passo felpato alla scrivania dello studio.
Lei ha in mente di scrivere e quindi apre l'adorato portatile (che mamma sia sempre benedetta per il regalo) e comincia ha fare ciò che più le piace.
No, niente acquisti on line..cosa andate a pensare! Per Lei il pc è una specie di macchina da scrivere multimediale..leggo, penso, scrivo...questo è il procedimento che si innesca nei neuroni di Lei quando riesce a rubare quei minuti di preziosa libertà intellettuale.
Minuti, per inciso, non è un'unità di tempo buttata lì in modo casuale.. perchè Lei la sua disponibilità non la può calcolare diversamente.
"Mamma!!"
Ecco.
Il filo conduttore che Lei aveva in testa si tronca di colpo, povero piccolo pensiero..che vita breve hai avuto.
E subito si dipana un'altra matassa.
Bimba chiede spiegazioni.
Respiro profondo e via.
Basta che non mi faccia di nuovo elucubrare su come nascono i bambini, pensa Lei ancora ignara del tema del giorno.
"Mamma chi è questo Renzi?"
Oh, peggio del tema ostetrico e di quello sull'esistenza di Dio!
Bimba si avvicina con aria seria, Lei inizia ad agitarsi sulla sedia.
Bimba incalza.
"Che cosa vuole fare? Perchè ne parlano tanto alla TV?"
"Il signor Renzi è una persona che vorrebbe governare l'Italia al posto di Monti che è l'attuale Presidente del Consiglio, cioè la persona che oggi governa l'Italia assieme agli altri ministri che formano il governo" - recita Lei con sicurezza da docente di educazione civica... ah no.. oggi si chiama cittadinanza e costituzione.
"Ma Monti se ne va? E' rimasto poco. Berlusconi è stato di più."
Bimba palesa una certa agitazione.
"Sì, ma il prossimo anno termina la legislatura che è il periodo di durata del governo. Monti è stato poco al governo perchè Berlusconi ha dato le dimissioni prima della fine della legislatura. Ora Monti la sta solo portando a termine. Poi si dovrà votare."
"E Renzi vuole prendere il posto di Monti?"
"Sì vorrebbe, ma prima bisogna votare. Solo se Renzi vince poi può governare."
Lei si augura che sia finita, ma, in questo caso, il tempo concessole per sperare è una frazione di secondo.
"Non va bene."
"Perchè dici così Bimba?"
"E' troppo giovane."
"Bè non è poi così giovane ha più o meno l'età del tuo papà."
"Ma da quanto fa politica?"
"E' il Sindaco di Firenze. Firenze è una città importante. Fa politica da un po'... Ma perchè mi stai facendo tutte queste domande Bimba?"
"Perchè l'Italia è in crisi, la gente non è contenta e quindi bisogna far governare l'Italia da qualcuno che sia capace di farlo."
"Quindi secondo te è meglio Monti?"
"Forse sì"
"Ma lui però ha aumentato tanto le tasse.."
Bimba la guarda con comprensione e sentenzia (senza appello)
"Mamma, ma me lo dici tu che anche i grandi a volte possono sbagliare!"
STUD...
La mascella ideale di Lei si schianta sulla tastiera con suono sordo.
Bimba viene in soccorso con un provvidenziale cambio di argomento (sempre sia lodato il calo di interesse repentino per i discorsi noiosi da parte dei bimbi moderni)
"Vabbè però adesso mamma vieni che giochiamo, sei stata abbastanza davanti al computer. Ho appena finito di creare un mondo dei Puffi davvero fantastico, ho usato il lego, i legnetti, i sassi e.."
Lei abbandona la scrivania per raggiungere il villaggio dei Puffi sul pavimento del salotto.
Lì almeno se hai un problema o ti scopri madre di una piccola analista politica la soluzione ce l'ha sempre e comunque Grande Puffo!


giovedì 25 ottobre 2012

Elena racconta: Venezia, sfumature sull'acqua.

Ci sono tanti modi per trasmettere un'esperienza.
Io parlo, racconto, scrivo.. mia figlia scatta fotografie.
Forse è solo perchè è la mia bambina, forse è solo perchè so quanto desiderasse andare a Venezia, forse è solo perchè mi emoziono quando la vedo cercare un inquadratura con la sua piccola macchina fotografica rosa, forse non so..
Comunque non voglio rubare spazio, questa è la Venezia di Elena, dedicata a tutti voi:

L'arrivo..


Tra calli, ponti, campielli e costruzioni...





Conchiglie intrappolate in antichi muri...





E poi ancora...

mercoledì 17 ottobre 2012

Giornata mondiale contro la povertà: insieme a Claudia contro il tetano neonatale

In questi giorni sto correndo tanto e non solo fisicamente, che di per sè sarebbe già spossante, ma anche mentalmente.
Sarà una stagione come l'autunno che per me è stata sempre anticamera di progetti, sarà che leggo tante cose qua e là e la voglia di comunicare i miei pensieri attraverso questo spazio è così tanta e il tempo purtroppo scivola via e quindi mi ritrovo con appunti sparsi sia nel mio angolo di scrivania, che in tutti gli angoli della mente.
Perchè in questa rete così infinita, così varia, così senza confini ci sono un mare di cose da poter fare, e da poter condividere..

Un progetto che mi sembra davvero interessante sono i Teachable Moments di Tiziana :
cercare date importanti all'interno dei vari mesi dell'anno e dar loro uno spazio, magari scoprendole assieme ai propri figli, perchè ce n'è di cose da ricordare, di date importanti che passano sotto ai nostri occhi senza far rumore!

Oggi, ad esempio, è il 17 ottobre ed è la Giornata Mondiale contro la Povertà.

Lo sottolinea, in un articolo che mi è capitato di leggere al riguardo, Francesco Rocca - Commissario straordinario della Croce Rossa Italiana: "la crisi economica internazionale ha ridisegnato la geografia delle nuove povertà".
Vi sono poi zone del globo dove la povertà non è cosa nuova o dovuta alla congiuntura economica, la povertà è endemica.
Una di queste è, come purtroppo sappiamo, l'Africa.
Mia nonna, che aveva vissuto due guerre mondiali, mi ha insegnato fin da piccola a ringraziare ogni giorno per il pane e l'acqua che avevo e che ho la fortuna di avere a disposizione senza problemi e per la salute che è la cosa più importante... "Il resto viene di conseguenza" - diceva nonna.
Ebbene in Africa ci sono bambini che muoino di fame, di sete e di malattie che qui da noi, grazie a vaccini e medicine, non esistono quasi più.
Ecco perchè quando ho letto che Claudia ,una mamma e una blogger come me ,aveva accettato la proposta di DashPerUnicef di partecipare assieme ad una delegazione di giornalisti, rappresentanti di Unicef e della multinazione P&G ad un viaggio in Camerun che si inquadra nella campagna che Unicef e P&G stanno combattendo per sconfiggere il tetano materno e neonatale, non ho potuto fare a meno di seguirne il diario on line e darvene qui notizia, scegliendo proprio questa giornata.



Il tetano è una malattia terribile, come potete leggere qui ed è una male che, soprattutto nei paesi sottosviluppati e in via di sviluppo uccide ancora circa 130 milioni di mamme e bambini, poichè è spesso causato dalla scarsa igiene durante il parto. Due dosi di vaccino somministrate alla mamma, di cui la seconda due settimane prima del parto, sono in grado di prevenire questa infezione batterica anche nel nascituro.
L'obiettivo prefissato è quello di eliminare il tetano materno e neonatale in 59 paesi in via di sviluppo entro il 2015 come potete leggere anche qui sul sito dell'Unicef.
Potete trovare maggiori informazioni su questa iniziativa sia sul sito P&G qui che su Twitter o su Facebook nelle pagine dedicate e leggere il diario di viaggio di Caludia sul suo blog La casa nella prateria .


Infine dal 1 ottobre e fino al 31 dicembre 2012, sarà possibile sostenere l’iniziativa anche presso supermercati e ipermercati grazie a un semplice meccanismo 1 confezione=1 vaccino. Basterà individuare le confezioni o le attività promozionali legate all’iniziativa e, per ogni confezione acquistata, Dash e le altre marche P&G doneranno all’UNICEF l’importo equivalente all’acquisto di una dose di vaccino. Al fianco di Dash, ci sono Gillette, Pantene, Oral-B, AZ, Olaz, Herbal Essences, ACE, Ambi Pur, Fairy, Mastro Lindo, Swiffer, Viakal.

Per completezza aggiungo che non si tratta di un post richiesto o sponsorizzato, ma di un argomento di cui ho voluto parlare perchè ne sento veramente l'importanza.
Quindi nel mio piccolo desidero sostenerlo.

Il post, come scritto all'inizio, partecipa anche se ormai siamo proprio all'ultimo momento all'iniziativa di Tiziana, sulle date da ricordare del mese di ottobre.



Le immagini di questo post sono prese dalla rete

lunedì 15 ottobre 2012

Staffetta di Blog in Blog: pensieri e colori d'autunno

Giorni fa mi era uscito questo pensiero..
Penso alle frasi che affidiamo alla rete. Una rete è fatta di intrecci e di buchi.
Quante frasi si intrecciano e quante cadono nei buchi?
E mi sembra proprio un pensiero autunnale, perchè l'autunno è colore e maliconia assieme, è dolcezza, ma anche quel brivido che ti assale la mattina e la sera, quando esci o torni a casa e ti accorgi che un'altra stagione è conclusa.
L'autunno è il periodo in cui si percepisce il trascorrere del tempo, in quelle foglie colorate che volano, turbinano e leggere si posano al suolo, regalandoci un ultimo sprazzo di cromia meravigliosa, in cui è racchiusa la speranza che poi tutto riprenderà e riprenderà ancora.
Tornando al pensiero iniziale, mi capita spesso di riflettere su quanto la rete, il mondo virtuale sia un ambiente in cui ogni traccia che lasci ha in sè l'impronta di una tecnologica immortalità e la leggerezza di un veloce guizzo nella memoria.
Ogni giorno riversiamo migliaia di pensieri, parole in questo mondo senza pareti, senza confini..
Ho sempre scritto molto, su carta, intendo.. Ora scrivo anche qui eppure, mentre lo faccio, ho come l'impressione di affidare al vento queste mie parole, di diluirle in un fiume, di polverizzarle senza più poterle trattenere, come granelli di sabbia nel pugno di una mano.
Scripta manent..dicevano gli antichi. E le cose più importanti venivano scritte sulla pietra.
Un giorno bimba tornò a casa con la sua prima poesia da imparare, quando mi disse il titolo la feci venire in soffitta con me e tirammo fuori i miei quadernini di scuola (ora si usano i quadernoni) e le mostrai che l'avevo studiata anch'io... nell'altro secolo!
Chissà se anche lei potrà fare la stessa cosa con i suoi figli...
Comunque vi dedico il disegno che bimba ha fatto appositamente per me e per tutti coloro che partecipano a questa nuova tappa della Staffetta di Blog in Blog

Eccolo:

domenica 14 ottobre 2012

Regine e Principesse ai tempi della globalizzazione

In questi giorni sono un pochino latitante dal blog e me ne scuso, cari lettori... Ma sto seguendo l'organizzazione di questo evento che si terrà venerdì 19 ottobre prossimo, nella splendida cornice dell'Abbazia di Rosazzo .




L'idea di questo incontro nasce dalla lettura del romanzo della giornalista e blogger Marina Minelli "101 Storie di Regine e Principesse che non ti hanno mai raccontato" edito da Newton Compton.


Nel libro l'autrice offre una carrellata di donne straordinarie che influenzarono la storia, la politica, la cultura, l'arte, il costume essenzialmente per la loro nascita. Quello di venerdì sarà invece un confronto intergenerazionale a tutto campo tra donne che possono, a pieno titolo, essere considerate regine e principesse dei giorni nostri, che hanno raggiunto traguardi di successo per merito e ancora cercano di migliorare. Donne non avulse dalla società, ma calate nel reale. Donne che ogni giorno si impegnano, si mettono in gioco, mettono a frutto competenze acquisite e cercano soluzioni nuove.

Moderate da Marina avremo come ospiti:
il Rettore dell'Università di Udine prof.ssa Cristiana Compagno,
l'architetto Maria Antonietta Cester Toso
l'imprenditrice Cristina Nonino
l'imprenditrice Michela Mugherli
e, direttamente da Londra, l'interior designer e blogger Dalia Marchesi

Il convegno è organizzato a cura dell'associazione culturale Circolo della Sedia e del Gruppo Giovani di Confindustria Udine con il patrocinio della Provincia di Udine e del Comune di Manzano.
Sponsor dell'evento la Banca Popolare di Cividale
Media Sponsor Q.B. quanto basta FVG
Sponsor tecnici: Blue Star System Fondazione Abbazia di Rosazzo Livio Felluga  Nonino Specogna e Toblar .

L'invito è aperto a tutti. Se siete delle mie parti, vi aspetto! Altrimenti pensatemi visto che dovrò aprire i lavori con un piccolo discorso di presentazione...aiuto!
Se ci sarete mi farà un grandissimo piacere incontrarvi e salutarvi durante il momento conviviale al termine del convegno.

Buona domenica e a domani per l'appuntamento con la Staffetta tra Blog!

giovedì 4 ottobre 2012

Il sapore dei miei viaggi

Ancora una volta Monica del blog Viaggi e Baci propone un tema accattivante per farci ricordare le nostre esperienze di viaggio e darci la possibilità di condividerle con chi avrà la pazienza di leggere e soprattutto di guardare le foto.
Scrive Monica: "Ogni viaggio ha un suo sapore. Una nota gastronomica che fa breccia tra le papille gustative. Una pietanza che acquista valore per il luogo in cui è servita o per gli aneddoti che si celano tra i suoi aromi..."

Il sapore forte del wasabi

Il primo sapore di cui vi voglio parlare è quello forte, fortissimo del verde wasabi.
No, non ho ancora avuto occasione di visitare il Giappone, ma il sushi aveva sempre stuzzicato la mia curiosità. Ora si trova abbastanza facilmente anche dalle mie parti, ma nel lontano 1999 era molto più difficile  reperirlo. Ecco perchè, quando mi recai in terra inglese e scoprii le meraviglie della sezione mangereccia dei grandi magazzini Harrods (un assaggio sul sito ufficiale qui ) me ne tornai nella mia stanzetta di Kew Gardens non con una borsetta o un foulard griffato, ma con la mia prima porzione di vero sushi.
Dopo la foto di rito,


seguì l'assaggio, ma la prima cosa che attirò la mia attenzione fu una certa salsina verde (il wasabi).. sapevo che era forte, ma non pensavo tanto... mi sono venute le lacrime agli occhi e ho rischiato il soffocamento con quel primo assaggio!! Impossibile non ricordarlo :D
Ne è passato di tempo e, come dicevo, ora è più facile trovarlo anche qui in Friuli Venezia Giulia. Ma se non vi fidate a mangiarlo fuori casa (perchè è pur sempre pesce crudo... bisognerebbe essere sicuri che la cucina del ristorante sia dotata di un abbattitore di temperatura, oppure, se lo fate a casa, ricordatevi di tenere il pesce in freezer per almeno 24 ore, prima di consumarlo) leggete qui come lo abbiamo realizzato io e bimba qualche tempo fa..
E questo è il risultato, assemblato e fotografato da Elena :)



Il sapore di mille sapori

Altro viaggio, altro sapore. In questo caso lo definirei un caleidoscopio di sapori.
Avete mai partecipato ad un banchetto nuziale in Polonia?
Noi sì ed è stata un'esperienza strabiliante. Già in partenza i tavoli erano apparecchiati con dolci e frutta a volontà; poi abbiamo iniziato dagli antipasti, l'immancabile zuppa, secondi di carne e pesce, verdura e dolci. Tutto qui? E che c'è di strano, direte voi, a parte i brindisi a base di vodka? E' che dopo aver finito il giro di cui sopra si ricominciava daccapo: altro antipasto, altra zuppa, altri secondi di carne e pesce, altra verdura e altri dolci.. E poi ancora e ancora..



Così ti ritrovavi a mangiare la zuppa, mentre il tuo vicino era ancora al gelato e quello di fronte toglieva la lisca ad un pesce. A mezzanotte invece, che so.. di un sorbetto.. ci fecero uscire al lume delle torce per una ulteriore fase della tradizione (specifico che anche se era estate c'erano circa 5 gradi..): una specie di pantagruelica grigliata a base di salsicce, wurstel e altre carni di ogni sorta, accompagnate da crauti, senape e... naturalmente vodka. Poi rientrati in ristorante, una buona zuppa calda e via.. altro giro.. fino a circa le 6 del mattino...ehm.. io mi ritirai intorno all'1.30 per raggiunti limiti di capienza...Ma prima di salutarmi i genitori della sposa mi consegnarono una bottiglia di vodka e un vassoietto di dolci, casomai mi fosse venuto un languorino notturno.. Garantisco è stato indimenticabile!

Il sapore della tradizione

Termino la carrellata di sapori, in onore di Monica, parlandovi di uno dei piatti tipici del mio Friuli, ossia il frico. Di frico ne esistono molte varietà. La sua origine deriva dal riutilizzo degli scarti delle forme di formaggio che venivano cotti in padella o da soli o accompagnati da patate e cipolla. Piatto principe della manifestazione Friuli Doc ,


che anima la città di Udine nel mese di settembre e anche un piatto della tradizione di casa mia. Qui trovate tutti i segreti del frico di Giusto (mio marito), che realizzando questa pietanza mi conquistò 10 anni fa.



L'iniziativa di Monica scade domani, 5 ottobre e sono sufficienti tre foto per partecipare (io mi sono un po'espansa..)
Poi siete tutti invitati al grande buffet gastronomade che raccoglierà il meglio dei sapori proposti. L'appuntamento è sul blog di Monica il 10 ottobre.
Buona continuazione di settimana! E buoni sapori a tutti!!

Foto: Cristina, Elena e Giusto

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...