martedì 22 maggio 2012

Le rose di S. Rita

Nella chiesa di S. Pietro Martire, in centro a Udine, c'è una cappella dedicata a S. Rita. Oggi, che ne ricorre il nome, c'è la tradizione di far benedire le rose.
Oggi è anche il giorno del compleanno di mamma, che di secondo nome fa Rita e quindi lei, da sempre, si reca in questa chiesa a far benedire questo splendido fiore.
A lei e a tutte voi, mamme lettrici, regalo alcune rose, anche qui in questo ambiente virtuale, grazie ad Elena che, sabato, durante Rosazzo da Rosa (leggi qui) le ha fotografate.
Auguri Mamma!


Di fiore in fiore, sul mio terrazzo è fiorita la lantana,


un cespuglio originario della Nuova Zelanda che mi ricorda la mia amica blogger Linda. Leggete il suo reportage da questa terra e sono certa, ne resterete affascinati quanto me! Lo potete trovare qui:


 
Un'altra amica blogger oggi mi ha fatto un bel regalo, perchè leggendo il suo post sul pane sul sito del Mulino Bianco, ho riscoperto il Pan di Sorc, un tipo di pane friulano, dolce e speziato che nonna Pina amava tanto e che vorrei imparare a preparare. Un grazie di cuore, quindi, a Rossella e un grande in bocca al lupo per il suo nuovo blog Momenti di Pane sul sito del Mulino Bianco, scopritelo qui:
 
Dal pane all'olio - cosa c'è di più delizioso di un buon pane con un po'di buon olio sopra? - vi segnalo dal 25 al 27 maggio prossimi a Villa Maseri a Oleis di Manzano la manifestazione Olio e dintorni.
 
 
Il 26 sera alle 19.00 ci sarò anch'io assieme agli amici della redazione di Q.B. FVG, la rivista e il sito sul gusto e buon gusto nell'Euroregione, con cui ho il piacere e l'onore di collaborare:
 
 
Tornando ai fiori, questi sono opera di Elena...
 

Il disegno partecipa all'iniziativa I Mercoledì dell'Arte del blog Priorità e Passioni.


Questa settimana bisognava scegliere un colore e utilizzare solo quello per rappresentare il significato della scelta fatta. E
lena mi ha chiesto una deroga al monocromo per poter utilizzare il bianco e il nero.
Quando le ho chiesto la motivazione ha risposto: "Perchè il bianco e il nero rappresentano il bene e il male. I fiori che sono una cosa bella rappresentano il bene che sbocciando manda via il male"...
Ecco, mia figlia ha la straordinaria capacità di lasciarmi senza parole...
Alla luce dei terribili fatti di questi giorni, questo suo pensiero mi ha colpito ancora di più.

Sul tema vi segnalo anche la riflessione di un amico, che merita esser letta:

http://marckuck.wordpress.com/2012/05/19/lo-zainetto/

Infine ringrazio di cuore, ma veramente di cuore Ilenia del blog http://pensoinvento.blogspot.it/ la mia centesima follower!

Buona settimana, nonostante tutto, a tutti vuoi e ancora tanti auguri alla mia mamma!

Un pensiero particolare ai terremotati dell'Emilia, che l'Orcolat (il terremoto in lingua friulana) vi lasci al più presto e possiate riprendere a vivere.

Foto: Elena

martedì 15 maggio 2012

I Bambini e il colore

Quando ho letto per la prima volta il tema di questa staffetta fra blogger, ossia l'iniziativa di cui si parla qui, da oltre un mese e che ha raccolto attorno a se un nutrito numero di blog davvero interessanti, che nemmeno io sono ancora riuscita a scoprire del tutto, mi sono lasciata trascinare dal logo...


I neuroni di mamma affaticata, ma ancora capace di farsi rapire da un'idea, da un pensiero colorato, si sono messi in moto creando questo stravagante collage di collegamenti, che cercherò di scrivere nero su bianco, anche se nero su bianco non bastano, ci vuole colore, tanto colore, un'infinità di sfumature...

sabato 12 maggio 2012

#10CoseSuper

Pochi giorni dopo aver letto della bella iniziativa proposta dal sito Quando Nasce una Mamma


mi è capitato di essere a Trieste. L'occasione non era delle migliori...il dentista.. Ma la giornata era splendida e, guarda caso, quella mattina ero riuscita a prendere un treno prima, rispetto a quello che mi ero prefissata, così ho potuto fare una piccola deviazione e immergermi nello splendido scenario del Molo Audace.
Uscire dalla Stazione e, fatto salvo un po' di smog, lasciarsi guidare dall'odore del mare.
Passare tra siepi di pitosfori in fiore, dall'aroma dolciastro e inebriante e arrivare in vista del molo.
Percorrere le pietre plasmate dal vento e dal mare fino in fondo, allontanandosi dal caotico traffico cittadino, allontanandosi, per pochi momenti, da tutto il resto, avendo solo l'azzurra distesa salmastra davanti, appena increspata da una brezza leggera, che altro non fa se non far volare i pensieri.
Affidare proprio quei pensieri a quell'orizzonte, che pare infinito, ma che sai, invece, limitato, proprio come l'esistenza di ognuno, che, quando sei bambino, ti si apre di possibilità illimitate e più cresci, più si incanala in limiti di varia natura.
Ecco, lì, in quel luogo a me tanto caro, ho riflettuto e stilato questo elenco di dieci cose in cui, non per protagonismo, ma per un esercizio di sana autostima, mi sento super.
Naturalmente l'ordine è casuale e non d'importanza.
Se volete partecipare anche voi, trovate il regolamento qui .

1) Ascoltare gli altri. O, almeno, cercare di farlo perchè l'ascolto è la base della comprensione reciproca ed è il fondamento di qualsiasi buon rapporto sia esso filiale, di coppia, di amicizia, ma anche di lavoro.
2) La capacità di sognare. Non credo di aver mai smarrito la chiave del mondo dei sogni, anzi la tengo stretta e ne ho fatto una copia per mia figlia!
3) La fantasia. Sì, su questo punto mi do proprio un bel 10!
4) La parmigiana di melanzane.
5) Il pollice verde, questo credo di averlo ereditato da nonna.
6) L'aver avuto l'idea di creare questo blog, che adoro. Ma non è stato facile, perchè io sono molto timida, ma qui, tra queste pagine, mi sento stupendamente me stessa.
7) Essere passata a fatica, ma indenne e più forte dalla depressione post partum e poi dalla depressione post licenziamento...
8) Faccio dell'ottimismo il sale della mia esistenza.
9) Leggere, scrivere, ma non far di conto!
10) E infine l'aver trovato un buon equilibrio tra l'essere donna, moglie e mamma, suddividendo questi lati di me stessa senza che uno schiacci l'altro. Tutto questo perchè cerco di dare un esempio  positivo alla mia bimba che sta crescendo a velocità supersonica. Perchè ora la tengo ancora per mano, perchè ora le indico ancora il cammino, ma domani potrà e dovrà continuare a camminare da sola.


Prima di augurarvi un buon fine settimana, vi segnalo, qui dalle mie parti, oggi e domani, la manifestazione legata alle rose, Rosazzo da Rosa nella splendida cornice dell'Abbazia di Rosazzo.


Trovate il programma qui .


E infine, un buon modo per festeggiare la mamma potrebbe essere regalarle domani un'azalea dell'AIRC. Un piccolo grande contributo alla ricerca sui tumori femminili.


Trovate l'elenco delle piazze in cui si svolge l'iniziativa qui .

Buon fine settimana e buona Festa della Mamma a tutti!

Foto: Cristina

sabato 5 maggio 2012

Ricordando Milano...Part 1

Ecco, cari lettori, sono giornate intense. Giornate che iniziano presto e si chiudono tardi.
Giornate in cui corro, nonostante tutto e riesco anche a fare qualcosa che mi piace, che mi fa sentire bene, anche se prima di partire per Milano c'è stata l'allergia da farmaco per me e, subito dopo il rientro da Milano, la quinta malattia di bimba (solo per fare un esempio)...
Ma Milano...il fascino di essere per due giorni nel cuore del design mondiale...non c'è stato pallino o sfogo che mi abbiano trattenuta dal percorrere chilometri a occhi spalancati, lasciando libera la mente di pensare in modo creativo, gli occhi di immergersi nei colori e nelle forme.

Una borsa a pois e via!


Seguitemi, in questo viaggio breve e intenso, che è già ricordo, ma non oblio!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...