martedì 26 luglio 2011

Un mare di news dalle amiche on line e non solo...

Comincio con un piccolo momento di gloria, perchè Satoko del blog Chicche e coccole mi ha comunicato che sono fra le vincitrici del suo personalissimo giveaway: bisognava,infatti, indovinare la meta del suo viaggio di nozze...



Se volete scoprirla anche voi andate a leggere qui:
A seguire, vi consiglio di acquistare questo numero attualmente in edicola di Focus Biografie

al cui interno, alle pagine 74 e 75, trovate un bell'articolo di Marina la nostra esperta di storie reali del sito http://www.altezzareale.com/ . Anche gli altri articoli sono interessanti per cui è un ottimo acquisto :)
Parlando di libri, ve ne segnalo uno di fotografia ambientato in Estonia.
L'autrice è Valentina del blog http://strawberrymelrose.blogspot.com 
In fondo alla homepage del suo blog vi potete gustare una invitante anteprima e poi, se decidete, lo potete acquistare qui: http://www.blurb.com/my/book/detail/2290859 
Su questo libro vi lascio un piccolo pensiero che mi è venuto in mente sfogliandolo:
"Quando ho aperto per la prima volta il blog di Valentina, la foto che ti accoglieva era quella di un bambino che correva sul ghiaccio. Non conoscendo ancora l'autrice avevo pensato fosse suo figlio, perchè quella foto, oltre ad essere ben fatta e a coinvolgerti per la sua energia dava l'impressione di essere stata fatta con sincero amore. Valentina non è la mamma di quel bimbo, ma è la mamma di ogni sua foto. Non aspettatevi di sentir freddo sfogliando il suo libro perchè da ogni riga e da ogni immagine la sensazione di calore e passione che lo anima sale al lettore, coinvolgendolo e guidandolo alla scoperta di un Paese poco conosciuto, anche se relativamente vicino. L'Estonia è a pieno titolo un Paese emergente. Un Paese che come quel bimbo è incurante del ghiaccio che lo circonda e del freddo passato sovietico e vuole sbocciare, irrompere in Europa con forza e vitalità. E' un Paese ricco di storia e di miriadi di sfumature di colore che Valentina ci regala davvero in ogni singola pagina.."
Date un'occhiata, mi raccomando!
Altra cosa da vedere, per chi si trova in Friuli Venezia Giulia, sono le mostre di fotografia segnalateci nel post precedente da Fà.
Come da lei suggerito ne potete leggere di più qui: http://www.arte.go.it/eventi/press/p_0683.htm
Infine, ricordate la mia intervista come Mamma Green di cui vi parlavo qui ?
Raffaella (l'autrice delle interviste) le ha messe tutte insieme qui: http://www.babygreen.it/2011/07/michelle-obama-e-184-mamme-green.html
 così potete leggere anche i suggerimenti delle altre Mamme Green e dare un occhio a tutto il blog di Baby Green perchè è davvero pieno di notizie utili.
Ecco mi pare che per la settimana vi ho dato abbastanza notizie :) Ora, come sempre, aspetto i vostri commenti!

giovedì 21 luglio 2011

Lo sguardo sul Mediterraneo da Casa Forte Nussi Deciani

E anche il convegno che ha richiesto tanto impegno organizzativo è passato.


La serata di ieri è stata davvero bella, non solo dal punto di vista meteo (e al mattino con quei nuvoloni grigi non lo avrei mai detto), ma soprattutto per la qualità e l'interesse degli interventi proposti.
Tante persone, tanti sguardi reali puntati non solo sui relatori, ma sul "comprendere un'area del mondo", ossia il Nord Africa.
Non è cosa facile.
A volte, troppo spesso, sentiamo l'espressione "non vedi più in là del tuo naso". Non è una semplice metafora: da essa discendono incomprensioni e pregiudizi, etichette che stampiamo nelle nostre teste e che, una volta incollate sulle teste altrui, sono davvero difficili da staccare.
Noi abbiamo alzato lo sguardo. E non un solo sguardo. La serata di ieri è stata la sintesi di tanti sguardi differenti.
Lo sguardo dello studioso, del sociologo cioè quello del prof. Khaled Fouad Allam, lo sguardo dell'imprenditore cioè dell'ing. Matteo Tomba della ditta Pert s.r.l, lo sguardo del mondo economico e finanziario, rappresentato dal direttore generale della Banca di Credito Cooperativo di Manzano dott. Angelo Zanutto, lo sguardo delle istituzioni nella persona del dott. Marco Bruseschi vicepresidente della Camera di Commercio di Udine e quello del giornalismo con la qualificata presenza del moderatore dott. Antonio Caiazza della RAI.

Ing. Matteo Tomba, dott.Angelo Zanutto, Prof. Khaled Fouad Allam, dott.Marco Bruseschi,dott.Antonio Caiazza

Tanti volti, tanti sguardi per capire. E capire l'altro oggi significa anche e soprattutto capire noi stessi, dove vogliamo andare, cosa vogliamo fare per continuare a significare qualcosa in un mondo che muta continuamente.


La svolta (non la crisi come viene a mio parere erroneamente chiamata) dei Paesi del Maghreb può essere una svolta anche per l'Italia, ma non possiamo stare passivamente ad osservare, ad attendere. Pensate a quante volte sentite la parola "crisi". A quanta negatività il concetto trasmette. Va superato. Altrimenti la rassegnazione, la palude dell'essere sospesi senza un ruolo a galleggiare in quel mare che un tempo chiamavamo "Mare Nostrum" è drammaticamente dietro l'angolo. Certo ci vogliono strategie. Bisogna fare sistema, non muoversi in ordine sparso, altrimenti l'azione perderebbe incisività.
Abbiamo e non mi stancherò mai di ripeterlo ancora tante opportunità per promuovere il nostro made in Italy. Ieri sera è stato detto che i Paesi di là del mare sono pronti a ricevere le nostre aziende. Basta crederci, basta esserci.
E' molto più stimolante parlare di progetti e speranze che non di crisi..Non credete anche voi?
Ok, mi sono fatta un po' prendere, ma volevo condividere un po'dell'entusiasmo e dell'energia di ieri, oltre che, ovviamente, qualche foto :)

La location era incantevole...



Di semplice bellezza...non trovate?






Insomma verrebbe da dire "tutto è bene quel che finisce bene"...

Il saluto del Presidente di Confindustria del Friuli Venezia Giulia Ing. Alessandro Calligaris

Invece mi piace pensare sia solo un inizio...

Un ringraziamento particolare a l'associazione Vicino/Lontano per la collaborazione, a Elena e Juri della Blue Star System per la creazione e stampa di inviti e locandine, a Cristian dell'azienda vitivinicola Specogna per i vini superlativi e al ristorante Mille e una notte per il menù etnico del buffet.


Foto: Cristina e Elena Zuzzi

mercoledì 20 luglio 2011

La speranza che viene dallo sport...

Dopo la vittoria della nazionale di calcio femminile del Giappone ai Campionati Mondiali ,di cui vi ho parlato nel post precedente, non potevo non segnalarvi un'altro bel momento sportivo.
Ieri sera, proprio qui, in Friuli Venezia Giulia, e, precisamente, a Lignano Sabbiadoro al 22° Meeting di Atletica Leggera Sport e Solidarietà (su cui potete trovare maggiori informazioni qui: http://www.nuovatletica.it/meetinglignano/) l'atleta sudafricano Oscar Pistorius è riuscito ad ottenere nei 400m il tempo necessario di qualifica per accedere ai Mondiali, ma soprattutto alle Olimpiadi di Londra del 2012 dei normodotati .

La precisazione è d'obbligo dato che il 24enne sudafricano corre grazie all'ausilio di due protesi in titanio, poichè all'età di undici mesi ha subito l'amputazione di entrambi gli arti inferiori.
Sul web lo trovate qui: http://www.oscarpistorius.com/
Davvero un ennesimo segno di speranza che viene da un mondo, quello dello sport, al centro ultimamente di tanti scandali, di tanti lati oscuri, ma anche di tanti momenti straordinari e da ricordare.

Per chi può: vi aspetto al convegno stasera!!!

Foto: presa direttamente dalla rete

lunedì 18 luglio 2011

Un piatto veloce e una strepitosa vittoria...

In questi giorni in cui sono presa tra mille cose, in primis l'organizzazione del convegno di cui vi ho parlato nel post precedente, la cucina non è proprio il primo dei miei pensieri.
Tuttavia cerco ugualmente di trovare delle soluzioni gastronomiche che mi permettano di coniugare gusto, leggerezza e rapidità nella preparazione.
Il piatto che vi propongo potete tranquillamente farlo la mattina per la sera o la sera per il giorno dopo, ne acquisterà maggiormente in sapore :)

Cuori di nasello alla mediterranea

Ingredienti:

1 confezione di cuori di nasello (io ho utilizzato quelli della Findus)
1 carota piccola
1 costa di sedano
2 foglie di alloro
pepe in grani
5/6 olive nere
5/6 pomodori secchi sott'olio
alcuni capperi sott'aceto
alcune foglie di basilico
timo
olio, sale e pepe

Fate bollire la carota, il sedano, l'alloro e i grani di pepe (io ne avevo messi 3) in acqua salata per una decina di minuti,


poi aggiungete i cuori di nasello e fate cuocere per circa sei minuti da quando riprende il bollore.
Togliete la carota e il nasello e lasciate raffreddare.


Tagliate a pezzettini le olive, i pomodori secchi e il basilico a striscioline. Tagliate anche la carota a pezzetti e i cuori di nasello in tre parti ciascuno (più o meno).


Unite i capperi, il timo, una spolverata di pepe, regolate di sale e condite con circa due cucchiai di olio extravergine di oliva. Ponete in frigo e consumate fresco.


Se il pesce non vi entusiasma o, semplicemente per cambiare, ho utilizzato gli stessi ingredienti per condire degli straccetti di manzo grigliati.


Infine, anche se non c'entra molto, ma ho poco tempo e non riesco a fare un post distinto, sono davvero felicissima di aver appreso la notizia della vittoria della nazionale di calcio femminile del Giappone ai mondiali appena conclusi. Nessuno lo avrebbe mai detto all'inizio della competizione e invece queste ragazze hanno dato il massimo e ce l'hanno fatta... Davvero una cosa straordinaria, se si pensa che a causa del terribile terremoto la partecipazione del Giappone fino all'ultimo non era data per certa!! Ce ne parla Titti sul suo blog che potete leggere qui : http://imonologhi.blogspot.com/


Buon inizio settimana !!!

Foto: Cristina, tranne l'ultima che è presa dalla rete.

mercoledì 13 luglio 2011

Uno sguardo sul Mediterraneo

"Gloria a colui che manifesta le meraviglie delle sue opere nella differenza di condizioni delle sue creature, nella varietà delle specie del mondo e nella diversità dei suoi aspetti. Egli vede con occhio lungimirante colui che si è imbarcato sui mari e che ha penetrato i deserti. Poichè il viaggio è lo specchio delle meraviglie e la bilancia delle esperienze. In questa relazione di viaggio, uno scrittore di talento, un uomo di merito, intelligente e spirituale ha consegnato, tali come li ha visti, le meraviglie di questi paesi e il modo di essere di questi popoli. Dunque bisogna incitare l'uomo ragionevole a viaggiare e a muoversi in altre contrade, al fine di crescere in scienze certe e di superare in poco tempo, per il tramite della conoscenza dei servi di Dio, ciò che non avrebbe potuto raggiungere uno che non si muove mai, anche se quest'ultimo avesse vissuto centinaia di anni."
Frontespizio al diario di viaggio di al -Tahtawi (1801 - 1873)

Questa frase è una sorta di mantra che sta alla base del convegno "Uno sguardo sul Mediterraneo: analisi e prospettive. L'Italia e i cambiamenti politici del Nord Africa"


Ne sto curando l'organizzazione assieme agli amici dell'associazione culturale "Circolo della Sedia" .
Si terrà il 20 luglio prossimo alle ore 20 nella splendida cornice della Casa-Forte Nussi Deciani in località Case di Manzano.

Casa Forte Nussi Deciani - Veduta
L'idea è quella di analizzare la situazione dei Paesi del Nord Africa, recentemente scossi da turbolenze politiche, in alcuni casi non ancora concluse, e cercare di capire come questi cambiamenti influiscono e influiranno sull'Italia, sia dal punto di vista economico che socio - culturale.
Ospiti della serata saranno il prof. Khaled Fouad Allam, docente di Sociologia del mondo mussulmano all'Università di Trieste ed editorialista de "Il Sole24Ore", l'ing. Matteo Tomba della ditta Pert S.r.l. che porterà l'esperienza di un'azienda che opera da anni nei paesi dell'area oggetto del convegno, il dott. Angelo Zanutto, direttore generale della Banca di Credito Cooperativo di Manzano, il dott. Marco Bruseschi Vicepresidente della Camera di Commercio di Udine.
Il moderatore sarà il giornalista della RAI Antonio Caiazza.
Il convegno è stato realizzato anche grazie alla collaborazione dell'associazione culturale "Vicino/Lontano"

Se volete leggervi qualche informazione in più sulla location, la trovate qui: http://www.infopointmanzano.it/?page_id=127

L'invito è esteso a tutti i lettori del blog che si trovino in zona!!

Agli altri che non potranno esserci chiedo gentilmente un pensiero, un commento...Cosa ne pensate?



giovedì 7 luglio 2011

Notte bianca e non solo...

Innanzi tutto devo ringraziare Rossella del blog Ma che ti sei mangiato per la segnalazione di "Udine la mia città e Nonna Pina" in questo articolo apparso sul sito di "Friuli Future Forum". Lo trovate qui: http://friulifutureforum.com/areanews/cibo-e-web-una-sfida-on-line-tutta-a-base-di-blecs/ 
E vi rimando anche alle notizie sul contest da lei promosso, ossia "Blecs are on the table. Where are you?" qualora siate interessati a partecipare.


Domani la città di Udine si appresta a vivere la sua Notte Bianca, notte in cui è assolutamente vietato tapparsi in casa, perchè ci sono un sacco di iniziative interessanti cui partecipare. Ne trovate notizia qui: http://www.connessomagazine.it/cultura/notte-bianca-2011-udine-tra-musica-cultura-shopping-e-animazione
Io vi segnalo alle 17.30 presso l'ex Chiesa di S. Francesco l'inaugurazione della mostra "I Dinosauri della Patagonia che secondo me, specie ai bambini, piacerà un sacco!


Per gli amanti dei libri invece sempre domani alla libreria Ubik in Via Mercatovecchio alle 18.30 Giuseppe Lupo presenta il suo romanzo "L'ultima sposa di Palmira" (Finalista Premio Campiello 2011)


E parlando di libri... vi segnalo il post di Angelina del blog The Siren dove si parla di un romanzo che adoro:

Cambiando luogo, andiamo a Pordenone dove è stata inaugurata a Palazzo Cossetti una mostra di icone provenienti dall'Etiopia e appartenenti ad un periodo compreso tra il XVI e il XVIII secolo, davvero molto belle e suggestive. La mostra è organizzata dalla Banca Popolare FriulAdria e sarà visitabile fino al 21 ottobre. Trovate la notizia qui.

Infine, sabato a Cividale del Friuli prende il via la ormai famosa rassegna culturale "Mittelfest 2011". Trovate tutte le informazioni ed i programmi sul sito ufficiale : http://www.mittelfest.org/


Ecco mi sembra, per ora di avervi scritto abbastanza cosette nuove...

Buona Notte Bianca agli udinesi e buon fine settimana a tutti!!!

Le immagini di questo post sono prese direttamente dalla rete

lunedì 4 luglio 2011

La principessa e il ranocchio: la favola di Elena e Crot!

Concedete a questo blog una divagazione nel mondo delle favole per raccontarvi alcuni fatti in maniera un po'insolita, un mix di esperienze degli ultimi giorni passati che, come ormai amiamo fare, io e la mia piccola desideriamo condividere con tutti voi...
Ogni bimba che ama la danza, sogna di esibirsi, prima o poi, in un teatro vero e questo è successo ad Elena in una splendida sera di giugno. In un teatro, un vero teatro: il Giovanni da Udine

Veduta del Teatro Nuovo Giovanni da Udine (Udine)

Che emozione vedere lo spettacolo in cartellone!


E poi, spenti i riflettori, ecco la ballerina rincasa con le mani piene di fiori e il cuore carico di felicità e soddisfazione...


Ah...il Principe Schiaccianoci...Che sogno!


Ma di principi, si sa, le favole abbondano e non sono solo principi umani.
Così dopo lo Schiaccianoci, abbiamo avuto l'onore di ospitare il Principe Rospo.
Sì, avete capito bene, quello della favola dei Fratelli Grimm

Il Principe Rospo dei Fratelli Grimm in un'edizione dei Fratelli Fabbri del 1974

Ripreso poi dalla Disney in uno dei suoi ultimi lungometraggi

Il Ricettario di Tiana

Comunque sempre di rospo si trattava...
Non ci credete che lo abbiamo ospitato? Guardate un po'...



Ma no!! Non è questo!
Dunque, per essere precisi,cominciamo dall'inizio...
C'era una volta una bambina molto dolce e sensibile che andando in visita al parco di un villa antica

Veduta del parco di Villa de Brandis a S. Giovanni al Natisone (UD)

salvò dalle manine dispettose dei suoi compagni del centro estivo un piccolo rospetto.


La bimba lo portò a casa e gli creò un mondo


perchè potesse riaversi dallo spavento e riposare un poco e Crot, questo il suo nome, le fu riconoscente e stava sulla sua manina senza paura...


Ora la bimba è partita per il mare e alla mamma è rimasto Crot, con il suo mondo e precise istruzioni per riportarlo nel suo vero ambiente, dopo essermi sincerata che attorno non ci siano bimbetti cattivi e Crot possa riprendere la sua vita tranquilla e magari incontrare, come in questo vecchio libro, una ranocchina simpatica a cui dichiararsi

Questa favola faceva parte della collana "Aurora" dell'editrice Piccoli ed è datata 1948!

E vivere per sempre felici e contenti!


Non so a voi, ma a me le favole piacciono ancora tanto..Buon inizio settimana!


Nota di spiegazione: "cròt" in lingua friulana significa rana .

Foto: Elena e Cristina
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...